Questo sito contribuisce alla audience di

Tumore al seno: l’informazione è una terapia vincente

Visita senologica, mammografia e autopalpazione: queste le tappe fondamentali della diagnosi precoce.

Si parla sempre di diagnosi precoce, ma quanto è importante?
Non conoscendo con sicurezza la causa scatenante responsabile del tumore della mammella, dagli anni Novanta in tutto il mondo si punta sulla prevenzione secondaria o diagnosi precoce. Prevede diverse tappe: individuare la malattia attraverso esami specifici come la visita senologica, (consigliata a partire dai 30 anni), la mammografia, a cui si dovrebbero sottoporre tutte le donne dai 40 anni in su, l’ecografia e l’agobiopsia. Da proporre soprattutto alle donne apparentemente sane, cioè che potrebbero avere la malattia senza alcun sintomo, per poter giungere a una diagnosi precoce.

A cosa serve l’autopalpazione?
Come si esegue?
In cosa consiste la visita senologica? Cos’è la mammografia?

CONTINUA LA LETTURA SUL SITO

Link correlati