Questo sito contribuisce alla audience di

a scuola con ... I PIDOCCHI!

Ripresa della scuola = frequentazione della comunità infantile = pediculosi!

Alla ripresa delle lezioni ecco che, ogni anno, riprendono anche le infestazioni di questi insetti!

Il Pediculus Humanus, detto anche pidocchio, infesta in primo luogo il cuoio capelluto, ha un ciclo riproduttivo che parte dalle lendini (uovo) fino a formare il pidocchio.
Le lendini sono deposte in gran parte dietro le orecchie e sulla nuca, aderiscono al capello grazie ad una sostanza adesiva che secernono, si schiudono dopo una settimana.
Il pidocchio si nutre di sangue che aspira pungendo il cuoio capelluto, causando così un forte prurito. Il pidocchio se allontanato dalla testa, non avendo più nutrimento, muore dopo qualche ora.

Il modo più sicuro per prevenire l’infestazione da pidocchi è di osservare giornalmente lo stato del cuoio capelluto, nel caso si dovesse riscontrare la presenza di lendini, esse devono essere sfilate immediatamente.
Questa operazione può essere fatta manualmente o aiutandosi con un pettine fitto bagnato di aceto caldo.
L’aceto grazie al ph acido discioglie la sostanza adesiva che fissa le lendini al capello.
L’uso di antiparassitari a scopo preventivo non è consigliato perché sono moderatamente tossici e inefficaci.
Il pidocchio non fa distinzione tra una testa appena lavata e una sporca.