Questo sito contribuisce alla audience di

IATROGENIA: parola difficile, significato incredibile!

Ne avevamo già parlato mesi fa.

Ora (la notizia è di Adnkronos Salute):

Informatizzazione del sistema, organizzazione integrata e maggiore comunicazione tra medico e malato.
Questi alcuni dei principi cardine messi in campo da aziende sanitarie e ospedaliere per fronteggiare i rischi per i cittadini legati alla malpractice.

Se ne parla anche su “il nuovo medico d’Italia on line:

…Troppi errori in assenza di reti di sicurezza

Farmaci negli ospedali

Una denuncia di EFAHP, Fondazione Europea per la crescita degli operatori sanitari,
Unione Nazionale Consumatori, Tribunale del Malato ed Operatori Ospedalieri
Gravità del fenomeno anche in U.S.A., Francia, Germania ed Inghilterra […]

Ne parla anche il volume Curare con il paziente. Metodologia del rapporto medico-paziente

“Il sapere scientifico di base non può non essere correlato alla gestione del rapporto con il malato, soprattutto al fine di evitare interventi e danni iatrogeni.

Consapevoli di tale esigenza, gli autori di questo volume affrontano gli argomenti a fondamento della relazione medico-paziente come si struttura nella concretezza dell’incontro clinico. Vengono così adeguatamente valorizzate le dimensioni cliniche dell’operato medico: la diagnosi in quanto mezzo di conoscenza del malato e non solo della patologia; […]

Paura? Nella norma, se serve a far crescere una sana attenzione!
L’importante è che anche il ricorso all’ospedale (al pronto soccorso, innanzitutto) sia consapevole, ponderato.

Come per l’uso dei farmaci, come per qualsiasi cosa riguardi il nostro benessere fisico.

Impariamo a usare il telefono, in caso di emergenze non gravi, chiediamo consulenza al medico di guardia, al 118 e ascoltiamo sia i consigli (di chi magari ha già affrontato il problema che ci troviamo davanti) sia quello che il nostro buon senso ci trasmette.

E se alla fine di tutte queste consultazioni decidiamo per l’ospedale, ricordiamoci che la comunicazione è importante, anzi, fondamentale.
Chiedere, se si hanno dubbi; reagire se veniamo liquidati con sufficienza, non abbandonarsi mai allo scoramento!!!

E tanti auguri a tutti noi!