Questo sito contribuisce alla audience di

La Guida alla prevenzione.

Lanciamo una campagna di informazione sulla PREVENZIONE intesa in senso globale, olistico, energetico se preferite il termine. Mantenere il proprio corpo in armonia con mente e anima...

Somatopsicoenergetico è l’approccio scientifico che intende l’Uomo come una unità inscindibile, costruitasi attorno a un nucleo energetico, detto En (Navarro); sviluppatasi secondo le leggi biofisiche morfogenetiche (Sheldrake) indotte da un campo biofotonico coerente (Bischof) e manifestantesi nella dualità dinamica di soma e psiche (W. Reich), intesi come polarità complementari di un continuum bioenergetico, che va dal più denso (soma) al meno denso (psiche).

La formulazione organica di tale approccio, che si deve a Sergio Scialanca, è la naturale conseguenza di un processo di conoscenza che inizia con Wilhelm Reich e la sua vegetoterapia carattero-analitica, prosegue e matura poi con Federico Navarro”.

(Grande Dizionario Enciclopedico di Omeopatia e Bioterapie, Nuova Ipsa, Palermo, 2007)

…Come l’acqua, che esiste normalmente allo stato liquido, ma si presenta anche in quello solido (ghiaccio) e in quello gassoso (vapore), senza che la qualità sostanziale di acqua venga perduta nel cambiamento di stato.
Possiamo immaginare una polla sorgiva di acqua che si dirami in due diversi torrenti, uno dei quali vada verso una zona fredda tendendo a solidificarsi, l’altro che si indirizzi in zone calde tendendo a vaporizzare.

Tra i due torrenti, immaginiamo una fitta rete di canali che consentono ai due torrenti di scambiarsi costantemente le acque.
Ebbene, chiameremo il torrente caldo: psiche e quello freddo: corpo.
L’energia è l’acqua che sgorga e scorre nei due torrenti e nei canali, trovando rallentamenti, accelerazioni, stasi e tumulti in funzione della temperatura e delle varie asperità del terreno. …[prosegui l’approfondimento sul sito]