Questo sito contribuisce alla audience di

I Botti di capodanno!

Prevenzione BAMBINI, perchè, francamente, se è un adulto IRResponsabile e peggio a perdere la vista, una mano, un dito con l'esplosione stupida e inutile di qualche "bomba" di capodanno poco mi interessa...

Se non, ovviamente, per i costi che questi scellerati rappresentano per la società: ambulanza, ricovero, cure, operazione complicare per non fargli perdere gli arti offesi…


Perciò diciamo che le raccomandazioni che si rivolgono ai bambini e ai ragazzi, ancora in quella fase della crescita in cui si tende a non considerare i pericoli nella loro realtà, nella quale prevale il sentimento del cucciolo, desideroso solo di farsi notare per qualche impresa, nella quale se non vi è impartita una educazione intelligente mancano gli strumenti per ragionare autonomamente e prendere decisioni giuste, potranno essere utili anche per quegli adulti che, pur versando nello stato perenne di fanciulli, riusciranno ad ascoltare la voce della ragione, appunto.


da “laRepubblica”:

Un botto più forte degli altri, di quelli che si sentono a centinaia di metri di distanza e che riempiono l’aria con il loro fragore, tanto potente da far sembrare gli altri solo dei sibili. Poi, quando tutto finisce, quando lentamente si spengono i bagliori della festa organizzata per accogliere il nuovo anno, il silenzio porta via scintillii e scoppi, rimbombi e fischi, e, purtroppo, spesso anche l’allegria e qualche dito di incauti festaioli, troppo trasportati dall’euforia per rendersi conto dei grandi rischi che, un “botto” fabbricato artigianalmente e soprattutto in maniera illegale, può comportare. [segui sul sito di Repubblica]


Sul sito della Polizia di Stato, possiamo leggere altre utili indicazioni:
I fuochi d’artificio - se non utilizzati in maniera corretta - possono essere pericolosi. Gli incidenti più gravi derivano quasi sempre dalla mancata adozione delle misure di sicurezza.

Spesso si crede di essere coraggiosi usando i fuochi in modo spavaldo. Ma non è così. I ragazzi tra gli 11 e i 14 anni sono i più colpiti dalle esplosioni e gli organi più interessati sono mani e occhi.[segue sul sito della Polizia di Stato]

Molti incidenti avvengono il “giorno dopo” a causa dei botti inesplosi che si trovano per strada.

E ancora…

Tutti i prodotti pirotecnici autorizzati devono avere sulla confezione un’etichetta completa
la stessa deve riportare: gli estremi (Nr. protocollo e data) del provvedimento del Ministero dell’Interno che ne autorizza il commercio; il nome del prodotto; la ditta produttrice il Paese di produzione el’importatore, la categoria, le principali caratteristiche costruttive ( tra le quali il peso netto della massa attiva del prodotto esplodente) e una descrizione chiara e completa delle modalità d’uso, che devono essere seguite attentamente dall’utilizzatore. [prosegui la lettura sul sito della Polizia di Stato]

Capito, allora?

Io continuerò a NON condividere il gusto per le esplosioni, per il caos e per l’inutile fastidio che ne deriva.

Siamo seri, i fuochi d’artificio, quelli fatti a regola d’arte sono fantastici! Macchè botti, bottini e bottoni! Guardate cos’è lo spettacolo pirotecnico, a Ferrara, per esempio!



Comunque, io manterrò le mie idee con la speranza che il buon senso pervada anche coloro che, amando esplosioni, caos eccetera avranno la compiacenza di proteggere I BAMBINI da danni irreparabili, causati da BOTTI illegali, da un loro utilizzo non corretto e… BUON ANNO NUOVO A TUTTI!