Questo sito contribuisce alla audience di

Comuni e consigli comunali contro i terremoti.

Consigli comunali aperti per riflettere sulla prevenzione del rischio sismico.


LEGGE N.77 del 24/06/2009 ART.11 (conversione del Decreto Legge n.39 del 28 aprile 2009)
Istituisce un fondo per la prevenzione sismica di circa 950 milioni di euro, ripartiti nei prossimi sette anni e dedicato soprattutto al rafforzamento antisismico degli edifici pubblici e privati a maggior rischio sismico e all’incentivazione degli studi di microzonazione sismica dei territori comunali, per la pianificazione urbanistica e dell’emergenza. Per il 2010 sono stanziati 44 milioni, 145,1 per il 2011, 195,6 per il triennio 2012-2014, e poi ancora 145,1 e 44 milioni nei due anni finali.

La Protezione Civile ha invitato i Comuni italiani almeno a riflettere su quanto sia necessario per attuare le disposizioni della legge qui sopra citata.
In verità, tutta una serie di disposizioni anti sismiche sono presenti da tempo in numerosi regolamenti edilizi di Comuni responsabili.
Più che la commissione nominata, per vagliare, approvare, vidimare e appensantire l’iter procedurale già tanto farraginoso della costruzione di immobili, sarebbe necessario CONTROLLARE l’applicazione delle normali regole si statica, di anti sismica e di costituzione del calcestruzzo e del cemento armato.

Cosa hanno in serbo, i Comuni, per la sicurezza dei cittadini? Staremo a vedere.
Intanto vi segnaliamo il sito www.antisismica.it dove potrete approfondire il tema se di vostro interesse.