Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Festa della donna C'era una volta una brioche....

    Ti avevano cullata, riscaldata e poi la vita ti avevano data, riempiendoti di dolcezza e di marmellata.

  • Ami la fine della estate?

    Una sindrome depressiva tipica della mancanza di produzione di serotonina nasce proprio in concomitanza della fine della estate, con l’allungarsi della notte a scapito del giorno, con la mancanza di colori, col ritorno dei problemi che abbiamo lasciato a casa......In genere noi odiamo la fine delle cose, la fine di una qualunque cosa, amiamo quella che verrà, perché abbiamo bisogno di aspettative, speranze e di futuro. Noi amiamo l’estate che verrà, la prossima estate. E non è solo illusione, perché nell’immutabile succedersi delle stagioni, per ogni estate che finisce ci sono i germi del suo rinascere.....Su Telesanterno TV dal lunedì al venerdì alle 13,00 Replica notturna alle 01,15 Dall' Ottobre 2008 a Maggio 2009

  • Corniglia 5 Terre Una speranza

    sudore antico e senza tempo…. Ora una speranza…. Non di altro sudore ma del suo rispetto e della sua evoluzione, patrimonio di tutti.

  • Sud ...Di rifiuti si può morire.... Di diossina e di amarezza

    “Le ecomafie, le organizzazioni malavitose legate alla camorra e alla mafia che gestiscono i traffici illeciti di rifiuti, sono ormai diventate una specie di industria diffusa capillarmente nella maggiori regioni del Sud e, da un punto di vista economico, costituiscono un’attività fiorente. Un’industria i cui proventi vengono realizzati a spese della salute dei cittadini e della distruzione dell’ambiente”. ....In particolare la mortalità per tutte le cause è aumentata del 19% per gli uomini in provincia di Caserta e del 43% in provincia di Napoli, per le donne invece le percentuali sono del 23% e del 47% rispettivamente. Di che cosa si muore? Di cancro, innanzitutto. Dello stomaco, del rene, del fegato, di trachea, bronchi e polmoni, della pleura e della vescica. Con metodi analoghi si è studiata la distribuzione delle malformazioni congenite.....e non solo quanto evidenziato...ma anche prostrazione psicologica... in una realtà immutabile che fa venire in mente l'interminabile conflitto in Palestina..... con notizie sempre uguali da 50 anni..... ciò spinge la gente ad avere sfiducia nei cambiamenti giudicati impossibili.... che bruciano come i rifiuti liberando diossina ed amarezza.... Ancora una valigia....per il sud....?

  • Salvaguardare Corniglia e le 5 terre

    il turismo alberghiero "d'elite" è avulso dal territorio e dalla sua gente.... mal si conciliano bianche livree che ti servono il superfluo con la memoria dei sentieri percorsi dagli anziani alla ricerca del necessario sostentamento....

  • 5 terre Farfalle e la fatica e il sudore di essere bruchi

    5 terre, così chiamati quei cinque paesi oltre La Spezia, in Liguria, dichiarati dall'Unesco patrimonio della umanità....5 paesi che hanno strappato faticosamente alla terra la loro esistenza, collegati da sentieri, strade protette, dalla ferrovia che crea l'equilibrio di 5 stazioni, come 5 dita di una mano, lambite dal mare che le unisce e le rinsalda.....la caratteristica dei luoghi....il loro sapore...la loro autenticità simboleggiata dal murales di Di Benedetto alla stazione di Riomaggiore.... sacrifici antichi....pietra su pietra.... hanno strappato dalla roccia i terreni verso il mare.... ulivi, con la loro forma intricata come l'animo umano....la caratteristica delle cinque terre è il mischiarsi della popolazione locale con i turisti.... è il vivere ospiti a casa loro.... è una tradizione orale che si tramanda e di cui anche il turista che viene da lontano si sente parte.... come a riappropriarsi di una sua atavica anima, che ha necessità di essere nutrita..... in una nuova conoscenza... in nuovi approfondimenti interiori....in comune quel camminare.... quell'arrampicarsi stra i sentieri impervi.... rinnovando una antica fatica.... un tempo necessità di vita ed ora incontro.... anche la fatica ti fa comprendere le cose lontane e te ne rende parte.....il contesto alberghiero è separato da tutto.... è autosufficente.... vive di luce propria e non si mischia.... spesso vive la realtà come un fastidio.... farfalle, che vivono un solo giorno e che hanno dimenticato la fatica e il sudore di essere bruchi..... qualcuno afferma che se verrà costruita questa maxicolata di 8000 metri cubi, diverrà un sesto luogo..... un ecomostro di astruso cemento nel contesto di 5 terre....

  • La gioia della gente cancella le emozioni non espresse a Ve Lido

    La troppa bellezza di Venezia la rende ambita a troppi La bellezza discreta del Lido la preserva…..La spiaggia del Lido, verso il mare aperto al di la della laguna…. una larga spiaggia di sabbia fine bianca cosparsa di un equilibrio delicato di capanni che preservano la riva del mare e la rendono simile agli spazi di una spiaggia tropicale…..La sera della partita Italia-Germania....Nel Gran Viale del centro all’Hungaria Palace una musica classica di sottofondo scandiva ritmi antichi austro ungarici….. mentre i televisori delle caffetterie, dei bar e dei ristoranti scandivano il tifo per l’Italia…..la gioia della gente nelle strade cancellò per tutta la notte la musica e i silenzi delle emozioni non espresse.... a Venezia Lido.....ma anche nei nostri cuori.... perchè è sempre così.... niente deve e può essere trattenuto.... perchè la vita è emozione..... e non silenzi..... A volte ci sentiamo brutti anatroccoli.... in realtà siamo cigni....

  • Alla ricerca della armonia San Floriano del Collio

    le ciliegie colorano la tavola, e divengono orecchini rossi…. Il vino le innaffia e fa scorrere la tua vita…. di giallo e di rosso e dei multiformi colori delle tue speranze e di quel presente, che vorresti restasse armonia….

  • Trieste....è la bora che ti solleva le gonne

    Trieste Psicoterapia di un viaggio nell'anima.....la nostalgia di Massimiliano…. di un partire senza mai tornare….Trieste anfora di un sapere lontano …. Trieste l’allegria del parlare....Trieste.... a cui manca la terra dietro il mare ….Spiagge rubate …. solo quelle che la roccia ti ha lasciate....Trieste.... il dolce non sapere.... il continuo godere... Trieste.... è la bora che ti solleva le gonne …. w le donne

  • Le 5 terre.... libero come le balene e i delfini

    Oltre il golfo di La Spezia, lasciando le navi che ricordano la guerra…. un luogo di pace…. dopo un tunnel, che ti ricorda certi momenti della vita…. tutti quelli che vorresti dimenticare…...onde alte che si infrangono sulle rocce e che le erodono, come erodono i tuoi pensieri…

Le categorie della guida