Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Eutanasia di un anziano. Adottatelo prima che succeda.

    Perché non si può essere felici quando ci si dimentica degli anziani, perché uccidendo moralmente, avvilendo un anziano, facendoli perdere dignità non distruggiamo solo la memoria, ma il bambino che è in noi. Uccidiamo quel po’ di saggezza che ci è rimasto, la fantasia, e le emozioni. Volano le anatre, volano altrove, in cerca di un contento, verso un sereno felice….. Fanno solo quack ma quel quack può dire tante cose…. Non è la parola ti voglio bene che si dimostra, ma i gesti che non hanno bisogno di parole. Eutanasia di un anziano. Adottatelo prima che succeda.

  • Giogio Perlasca Un eroe italiano

    “eroe per caso”, il cui nome oggi si trova a Gerusalemme tra i Giusti delle Nazioni, dimostra che per ogni individuo è sempre possibile assumersi la responsabilità personale per la difesa della vita e dell’umanità....Un giusto è sempre da ricordare, un giusto è colui che avvicina gli uomini agli angeli. E come un angelo....non sempre appare, anzi ha una sua naturale ritrosia. Rappresenta i desideri di quanti soffrono e che di fronte alla crudeltà umana desiderebbero che un uomo come loro, comprenda perlomeno il loro dolore....ancor prima di salvarli Perchè la comprensione è già un inizio di salvezza e di speranza. Così è per l'umanità, e così è per l'uomo ..... Perchè la solitudine e l'abbandono sono già un presagio di morte....

  • Sedativi a rischio per gli anziani...meglio una presenza ....

    Meglio affrontare l'insonnia, con farmaci blandi ed associarla ad una psicoterapia. Quasiasi trattamento nell'anziano, nell'adulto e specialmente nei bambini non dovrebbe mai prescindere da una psicoterapia, per andare alla origine delle cose per ridimensionarle o eliminarle. Purtroppo si sceglie l'apaprentemente facile ed immediato. In certi casi la diffusione e l'abuso di farmaci può intendersi come un atteggiamento mentale simile a quello dell'uso di droghe. I giovani imparano dai loro genitori, dai loro nonni e da chi prescrive. Nell'anziano sono da affrontare delle problematiche dovute alla loro solitudine, abbandono o alla loro semplice noia. Basterebbe una presenza umana ed un obbiettivo, come diceva M H Erickson.

  • Sono necessari nuovi modelli: I nonni

    E' la presenza critica dell'adulto che permette al bambino di comprendere correttamente la realtà alimentandola con la necessaria fantasia, che stimola l’ideazione ed è stimolo alla crescita.....E' l'interazione affettiva che stimola a tirare fuori il meglio di se e che gli evita di dipendere dai modelli che i mass media propongono spesso in modo unidirezionale.

  • Nonni….. I nuovi genitori

    I nonni possono sublimare se stessi nel loro nuovo ruolo e superare con un nuovo scopo di vita gli inevitabili acciacchi del tempo.

  • Oltre i monti del tramonto.

    Vai più lontano di dove potrebbe arrivare la mia mano...

  • Il Primo Maggio di Libero Strazzari

    il suo nome rispecchiava il suo modo di essere: libero....di notte studiava, leggeva e con la lettura si sentiva ancora più libero, perché spaziava in altri luoghi ed in altre realtà...

  • 25 Aprile MarioLizzero CommissarioPolitico delleBrigateGaribaldi

    Dopo la strage di Porzus..Quando Mario Lizzero, commissario politico delle brigate Garibaldi in Friuli viene a sapere dell'accaduto va su tutte le furie e chiede che Giacca e i suoi luogotenenti siano fucilati. Non riesce ad ottenerlo, riuscirà solo a farli destituire dalle loro cariche di comando nei GAP….Un uomo giusto. Una coerenza antica.

  • Anziani: Vivere a lungo Vivere bene Più impari più puoi imparare

    La passeggiata stimola l’attenzione dell’anziano verso l’esterno, lo porta a contatti sociali e lo distrae dai suoi acciacchi e dalla sua solitudine. Il passeggiare lo porta ad un coinvolgimento corporeo e psichico con le sue percezioni, i suoi piedi a contatto con la terra, i suoi movimenti, con le sue immagini, quello che vede intorno a se e che resta nella sua memoria, con i suoni e le voci che raccoglie e che il suo cervello può elaborare. Altrettanto importante è l’allenamento mentale, l’esercizio mentale, lo sviluppo della attenzione verso l’esterno, che può estrinsecarsi anche solo nel leggere le notizie di un quotidiano, lo coinvolge di nuovo nella vita....Il coinvolgimento con quello che facciamo, il sentirsi utili e necessari ed avere i giusti stimoli è la migliore medicina e nei limiti del possibile e del fattibile è necessario mantenere il contatto con quello che facevamo in precedenza...Un anziano che si sente inutile, messo in disparte, abulico, subirà un invecchiamento precoce con disturbi cognitivi psichici importanti....Perché un anziano ritorna un po’ bambino e ha bisogno di sentirsi amato alla stessa maniera....

  • Anziani: Il diritto ad attraversare la strada in Sicurezza

    gli automobilisti sono impazienti e non sopportano la lentezza degli anziani.....

Le categorie della guida