Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Il senso dell'esistere

    l’esserci o non esserci ad ammirare quel cielo di stelle…

  • Eluana Englaro Psicoterapia ericksoniana della vita e della morte

    La morte pone fine a tutto. Il problema è che non vogliamo accettare che la morte esiste. Rifiutando implicitamente l'idea che esiste un qualcosa dopo la morte.....Nella realtà dei fatti Eluana era già morta da 17 anni, o se non lo era, era comunque una vita non umana, ma vegetativa. Io mi chiedo perché tante polemiche, scontri rabbiosi tra tifoserie che per un periodo hanno dimenticato il calcio per dedicarsi ad Eluana, usando toni da stadio, facendo di quel corpo una spoglia achea da portare a spasso tra la polvere. Quante Eluana ci passano accanto ogni giorno? Svanita la polvere forse vi sarà una luce di speranza: la difesa della vera vita quella che ama, che piange, che ride e che sogna e che ci passa avanti ogni giorno ma che i più non vedono e non vedranno mai.

  • Eluana Englaro Psicoterapia ericksoniana del padre Parte I

    Ancora Udine…come un richiamo atavico….verso le montagne e la purezza della neve, al di la della confusione della pianura ….la quiete…..dopo la tempesta….il padre non è un passante con uno stupido cartello alzato che predica bene ma, sicuramente, a casa sua, razzola male. Un padre ha lo stesso sangue, ha dentro parte delle stesse cellule e mi rifiuto di credere che possa anche solo lontanamente volere il male della figlia. Se le voleva male la avrebbe lasciata nel dimenticatoio, salva coscienze, dove la figlia era.

  • Eluana Englaro Psicoterapia ericksoniana del padre Parte II

    All noise for nothing. Non nel senso della vita ma dell'indulgere a trasformare una questione privata in un grande fatto mediatico. La vita e il suo cambiamento in qualche cosa forse di diverso dovrebbero avere una diversa dignità .....Si parte forse per qualcosa di più bello. Il sole dopo la pioggia. Discese dopo salite.....

  • Eluana Englaro Psicoterapia ericksoniana del padre Parte III

    Giovanni Paolo II, alle sue sofferenze….. fu fatto veramente di tutto o si finì per accettare che la natura facesse i suo corso? Gli uomini stabiliscono il limite che in quel dato momento è loro più consono, interpretando i bisogni e i desideri di chi non può parlare. Giusto….ma agli uomini, estranei ai sentimenti ed alle emozioni di sangue, ed alla folla urlante io preferisco il giudizio della madre e del padre

  • Psicoterapia ericksoniana della nuova vita di Eluana Englaro

    Friuli Venezia Giulia ultima terra, ultima speranza, in una strana inversione delle cose, della buona morte, per lo meno quella a cui pare, dal punto di vista del padre.......Dal punto di vista del padre, che esprime la madre, quella che forse teme per la sua vita causa una malattia non sempre curabile, dal punto di vista del padre che esprime la preoccupazione paradossale di morire prima della propria figlia e di lasciarla in mano ad estranei....

  • Non credere mai di non avere più crediti

    La vita è avara di punti.....Hanno bisogno di te.... forse questo è l’unico credito che ti resta, esisti per poter acquistare......Prendi una bici, che valga meno di niente e fuggi lontano.....Mentre i tuoi piedi spingono sui pedali.... Guarda dentro di te e ricomincia a sognare.....

  • Nessun uomo è un isola.

    In realtà, nei momenti di solitudine o di depressione, a volte, si sente come un’isola.....Nessun uomo è un isola, ma una penisola. Come una penisola è sempre attaccato alla terra, al suo passato alle sue origini.....L’uomo è una penisola, proteso verso il mare, verso l’ignoto, quello che deve ancora accadere, quello che deve ancora scoprire.....Su Telesanterno TV ......

  • Eutanasia: Un vestito fiorito non un abito appassito

    Vengono in mente le parole di Don Luigi Verzé, il fondatore dell'ospedale San Raffaele, che ha rivelato di aver aiutato, a metà anni 70, un amico a morire. "Era attaccato a un respiratore e mi chiese di staccarlo: piangendo dal cuore accondiscesi. Così non è eutanasia ma un atto d'amore"......la vita appartiene a chi la possiede e nessuno se ne può fare interprete ambasciatore o delegato..... Si ascoltano storie nell'aria..... e qualcuna di loro ha la magia dell'Avvento e la nostalgia del ricordo..... Era vestita a festa, con un abito fiorito.... era la sua festa di addio..... sorrisi, gli scherzi di sempre, occhi lucidi.... una partenza senza ritorno.... l'indomani mattina sarebbe partita per l'Olanda dove tutto era già stato organizzato..... senza valigie, senza speranze ma con la serenità del cuore..... fu l'ultima volta che la videro.... e così la ricordarono.... non si spense come una candela ma bruciò nel massimo del suo fulgore.... Non so cosa sia giusto.... da medico, se lo avessi saputo le avrei detto di lottare..... ma dentro di noi, in fondo, sappiamo sempre come per un sesto senso, quando questa possibilità esiste o è di pura fantasia.... Eutanasia è un nome un fatto.... una scelta, comunque, che deve essere rispettata, paradossalmente, un atto d'amore.... Un vestito fiorito..... non un abito appassito....

  • Grammatica di Vita

    quando siamo in difficoltà ci accorgiamo di altre esistenze o di altri mondi che prima non conoscevamo… quando soffriamo, quando siamo fragili, quando sentiamo la vita volare e la vorremmo trattenere scopriamo chi abbiamo accanto… chi c’è sempre stato.. chi non c’è stato mai… ....mille vite sospese delle carceri o degli ospedali dove il modo in cui un bimbo è nutrito, cambiato, carezzato diventa grammatica di vita....

Le categorie della guida