Questo sito contribuisce alla audience di

Il tempo delle cose

Quali sono i tempi di una psicoterapia o di qualsiasi cosa stiamo per fare

Freud parlava di magia della parola.

Ci sono magie che nascono da sole,

ci sono magie che bisogna aiutare a nascere,

ci sono magie che puoi aiutare anche tu…

Psicoterapia breve o lunga,

a volte è un falso problema.

Psicoterapia,

se occorre,

quando occorre,

quanto occorre…

Perchè imbrigliare il tempo?

Non siamo degli arbitri di calcio col fischietto in mano.

Una psicoterapia occorre per il tempo che occorre farla durare.

Forse dovremmo parlare dei risultati della terapia

e non di tempi.

La durata del trattamento totale dipende da un insieme multifattoriale,

che verte sul paziente,

il terapeuta,

ed il rapporto terapeuta paziente.

Difficile codificare la parte emozionale

che ha tempi suoi e diversi da quella razionale.

Si afferma che esiste il malato e non la malattia,

affermazione apparentemente obsoleta che tutti condividiamo,

ma che dice tutto sul problema.

Esiste la persona che deve essere assistita ed aiutata ad affrontare quella data cosa,

che per lui in quel momento è difficile da affrontare,

perché come diceva Erickson

“ognuno di noi vince la propria olimpiade”

Nessuno di noi vince tutte le gare e tutte le olimpiadi,

specie quando è da solo

Una cura può durare tempi diversissimi a seconda delle sue cause,

ammesse,

evindenziabili,

non evidenziabili,

rimosse,

reali,

immaginarie,

status del soggetto,

contesto in cui vive,

supporti,

affettività, solitudine o meno,

speranze,

età,

esperienze precedenti,

reattività, apatia,

atteggiamento paradossale,

sindrome da guadagno,

supporto farmacologico o meno,

quale supporto farmacologico,

convinzioni, concetti,

credenze religiose della persona, storia della persona,

stimoli recepiti,

visione e concezione della vita

Riproduzione riservata Gilberto Gamberini

Le categorie della guida

Link correlati