Questo sito contribuisce alla audience di

La Gara è una splendida discesa…lasciati andare

….Il tuo corpo è elastico, duttile come la terra creta e non incontra resistenza all’aria ma la percorre come diventando aria esso stesso…. è una splendida discesa…lasciati andare ad essa.. percorrila come una freccia inarrestabile..verso il traguardo che ti attende..percorrila tutta in un soffio…odi solo il rumore del tuo corpo che taglia l’aria, un sibilo inarrestabile….non preoccuparti quando ti dovrai fermare…quando terminerai ti fermeranno gli altri…e solo allora risentirai i suoni e risentirai i rumori di sempre amplificati e coperti dagli applausi che sentirai intorno a te …attendi solo quello e goditi la tua gloria…per un giorno e per la tua vita…

Un traguardo, un punto di arrivo, nell’universo interminabile dei tuoi punti di arrivo, una cima di una montagna espugnata a cui quasi sicuramente ne seguirà un’altra…..

La gara di per sé è l’evento secondario, la conseguenza di un obbiettivo già raggiunto dentro di noi…

Lui se ne stava in silenzio con gli occhi chiusi per molto tempo.

Pareva dormisse.Quando gli chiedevano cosa facesse, lui rispondeva “l’ho appena lanciato!” In fondo lui aveva ragione.L’aveva già lanciato …..

Ora bastava che lo facesse sul serio e che lo lasciasse andare in quell’aria limpida, senza ostacoli…

Ciascun problema ha in se un passato ed un futuro.

Se pensate che

ogni ostacolo è il primo non avete alcuna ansietà che proviene dal passato,avete eliminato il passato e potete cambiare il futuro….

una specie di vuoto mentale… sulla proiezione temporale del prima e del dopo. Ogni obbiettivo è il primo e l’ultimo…

In tal modo la concentrazione su di te è massima, e percepisci il tuo corpo e ne ricerchi le sue potenzialità nascoste fino ad ottimizzarle.

Il passato non ti condiziona, il futuro non esiste ancora, perchè esisteranno solo dei progressivi attimi di presente, nella direzione prefissata dal tuo desiderio…

La gara può interessare anche te per quei particolari momenti della tua esistenza in cui tutto si gioca e si perde in un attimo. In cui devi avere la massima percezione del tuo corpo e delle sue possibilità, il senso di te stesso. In cui la duttilità e la elasticità del tuo corpo e della tua mente divengono plasticità. In cui le risorse che possiedi, la tua armonia e il tuo benessere si trasfigurano e si ottimizzano. In cui tutto questo è finalizzato per ottenere quel risultato. In cui la tua concentrazione ti porta a superare i tuoi limiti. Concentrati….concentrati …..sarai inarrestabile per tutto il tempo che ti servirà. E sorridi riflettendo per una frazione di secondo che ti sembra eterna, considerando che tutto è così facile, meravigliosamente facile….e tutto lo sarà ancora di più quando l’ingranaggio del meccanismo che hai messo in movimento reagirà ai più piccoli stimoli e scatenerà la splendida reazione del tuo corpo e della tua mente che vinceranno quella gara….…e sarai solo in quel momento, splendidamente solo, di una solitudine che prima non conoscevi , ma che ti permetterà di valutare e di ascoltare di vedere di percepire quello che farai, non esiste e non esisterà nulla che ti può e ti potrà turbare prima e dopo di questo momento, non esiste un prima e non esiste un dopo, tu stai dando il massimo in questo momento, tu esisti ed esisterai solo per quel momento. …non c’è sforzo che il tuo corpo e la tua mente non possano sopportare…

Hai già affrontato mille e una gara nella tua vita, mille esperienze che ti sei lasciato alle spalle, niente di più di quello che dovrai affrontare in questi momenti che verranno.

Una gara… come le infinite e diverse gare della tua vita, è un insieme composto ed armonico di movimenti della tua mente e del tuo corpo che perseguono lo stesso fine…

Ogni porta, ogni ostacolo, ogni difficoltà che affronterai nella tua discesa, sarà sempre e solo la prima.

Non esistono altre porte, altri ostacoli, altre difficoltà prima di questa ne dopo di quella, ma, solo quello che hai davanti, in un eterno presente, in una foto già scattata sul tuo successo, che potrai rivedere e rimodellare per mille e per mille volte ancora, e, che, ogni volta, renderai più piacevole ed armoniosa , conforme al tuo desiderio, facendola diventare perfezione.

Toglierai ombre, darai luce dove ti occorre, ingrandirai quello che ti serve e renderai minuscolo quel percorso, o te stesso quando dovrai attraversare quei punti che devi attraversare.

Dilaterai i tuoi tempi affinché tu abbia il tuo tempo, tutto il tuo tempo per affrontare al meglio le cose che stai per affrontare e tutto quello che ti circonda, il paesaggio intorno, scorrerà come in un film, e tu lo vedrai chiaramente e nitidamente e tu avrai, per te stesso tutto il tempo per affrontare le cose, rallentandole per comprenderle al meglio, per dominarle affinché possano succedere.

Concentrati….concentrati sui tuoi piedi, concentrati..sulle dita dei tuoi piedi, percepiscile una ad una, scomponi i tuoi muscoli delle gambe e delle coscie e del bacino e poi ricomponili, affinchè la loro forza si sommi, concentrati sulle tue mani, concentrati..sulle dita delle tue mani, percepiscile una ad una, scomponi i tuoi muscoli delle braccia e delle spalle, del torace e della schiena e poi ricomponili, affinchè la loro forza si sommi sciogli il tuo corpo e poi tendilo come un arco, che si tende pronto a lanciare il tuo corpo, come una freccia, nello spazio bianco della neve.

Affronterai le curve…in modo che il tuo corpo ne assuma i contorni…il tuo corpo diventerà quello che vuole diventare…e quando dovrai tenderti…ti tenderai come freccia…che mira al suo bersaglio…al suo centro e tutto introno a te scomparirà.

Il tuo corpo è elastico, duttile come la terra creta e non incontra resistenza all’aria ma la percorre come diventando aria esso stesso….

è una splendida discesa…lasciati andare ad essa.. percorrila come una freccia inarrestabile..verso il traguardo che ti attende..percorrila tutta in un soffio…odi solo il rumore del tuo corpo che taglia l’aria, un sibilo inarrestabile….non preoccuparti quando ti dovrai fermare…quando terminerai ti fermeranno gli altri…e solo allora risentirai i suoni e risentirai i rumori di sempre amplificati e coperti dagli applausi che sentirai intorno a te …attendi solo quello e goditi la tua gloria…per un giorno e per la tua vita…

Riproduzione riservata Gilberto Gamberini

Le categorie della guida