Questo sito contribuisce alla audience di

Il Doppio Legame patologico. Dall'infanzia all'adulto. Mobbing

è un’incongruenza tra due messaggi, il primo di tipo verbale, il secondo, non sempre verbale, posto ad un livello più astratto. Il secondo messaggio può essere dato dall’atteggiamento del corpo, dal comportamento, oppure da una data connotazione affettiva o di ripulsa che si dà al tono della voce.....I messaggi più subdoli sono quelli sensoriali, cioè esprimo un esplicito invito con la voce mentre, con il corpo assumo un atteggiamento d’allontanamento....chi riceve il doppio legame è una vittima, perché non sa e non può reagire al messaggio. Resta bloccato perché se fa, fa male e viene rimproverato, se non fa, disubbidisce ed è ugualmente rimproverato. Qualunque cosa faccia è una vittima designata...I doppi legami patologici, se avviati nell’età infantile...disturbi di tipo schizofrenico....L’insicurezza ed il complesso d’inferiorità sono spesso dei doppi legami...capoufficio che dice loro che devono essere in grado di fare questo e quello ma poi va a controllarle in continuazione. In pratica, è come se dicesse loro che non sono in grado di fare. Questa situazione crea uno stato d’insicurezza totale. Il risultato di tale comunicazione incongruente: qualsiasi cosa gli impiegati fanno, la fanno comunque male....In un doppio legame patologico la vittima è...condannata qualsiasi cosa faccia. Nel Mobbing il doppio legame è uno dei meccanismi più usati per distruggere , psicologicamente l’individuo....

Il Doppio Legame patologico

 

Il doppio legame è un’incongruenza tra due messaggi,

il primo di tipo verbale,

il secondo, non sempre solo verbale,

posto ad un livello più astratto.

Il secondo messaggio

può essere dato dall’atteggiamento del corpo,

dal comportamento,

oppure da una data connotazione affettiva o di ripulsa che si dà al tono della voce.

 

In psicoterapia è famoso l’invito paradossale ”Sii spontaneo!!”

Se il recettore del messaggio obbedisce, non è più spontaneo.

Per essere veramente spontaneo dovrebbe disobbedire.

 

I messaggi più subdoli sono quelli sensoriali,

cioè esprimo un esplicito invito con la voce mentre,

con il corpo assumo un atteggiamento d’allontanamento.

 

Per esempio.

Una mamma chiama il proprio bambino

che sta giocando  in riva al mare.

La mamma gli dice di venirle vicino e di stare un po’ con lei.

Poi, quando il bambino si avvicina,

la madre si mette a parlare con un’amica

e si dimostra scocciata per la presenza del piccolo.

A questo punto, lo invita a tornare a giocare,

ma gli rimprovera di non essere autonomo

e di starle sempre attaccato alle gonne…..

 

A qualsiasi età

è possibile rendere qualcuno vittima

di uno o più messaggi incongruenti.

 

Una madre dice alla figlia adolescente,

che, oramai, deve considerarla non più come una madre,

ma bensì come un’amica,

desiderosa di raccogliere le sue confidenze.

La madre perciò chiede alla figlia di raccontarle tutto.

La ragazza felice d’avere quest’insperata opportunità di dialogo, superando il proprio ritegno, confida alla madre che il fidanzato la tocca in modo intimo.

E per tutta risposta la madre … le dà della puttana……

 

 

Un padre dice al proprio bambino che deve fare una certa cosa.

Il bambino ha capito cosa deve fare,

ma non sa come farla perciò non ci riesce.

Il padre invece di spiegargli

lo rimprovera perché non è in grado di fare,

dicendogli che ci penserà lui a terminare il lavoro.

 

Risulta evidente che chi riceve il doppio legame è una vittima,

perché non sa e non può reagire al messaggio.

Resta bloccato,

perché se fa, fa male e viene rimproverato,

se non fa, disubbidisce ed è ugualmente rimproverato.

 

Qualunque cosa faccia è una vittima designata,

in un universo quasi kafkiano.

 

La reazione

di chi recepisce il doppio legame

lega il doppio legame,

in un ciclo paradossale, che si autoperpetua.

 

Tutti noi, in momenti diversi della nostra vita,

abbiamo provato il doppio legame.

 

Una   nonna che ha  freddo, obbliga il  nipote  a mettere il golfino.

Il messaggio congruente avrebbe dovuto essere…

Io ho freddo per cui mi copro,

ma non obbligo nessun altro a coprirsi.

 

I doppi legami patologici, se avviati nell’età infantile,

possono determinare in chi li subisce, dei disturbi di tipo schizofrenico.

 

L’insicurezza ed il complesso d’inferiorità

sono spesso dei  doppi legami.

 

Persone adulte, che hanno già una loro visione della realtà,

si trovano davanti ad un capoufficio

che dice loro che devono essere in grado

di fare questo e quello,

ma poi va a controllarle in continuazione quello che fanno…

 

In pratica, è come se dicesse loro,

che non sono in grado di fare.

 

Questa situazione crea uno stato d’insicurezza totale.

 

E’ una comunicazione incongruente:

qualsiasi cosa gli impiegati fanno, 

la fanno comunque e sempre male. 

 

In un doppio legame patologico,

la vittima è dannata se fa qualcosa

ed è altrimenti dannata se non la fa.

 

E condannata qualsiasi cosa faccia.

 

Nel Mobbing il doppio legame è uno dei meccanismi più usati per distruggere,  psicologicamente l’individuo, in modo progressivo.

 

Rielaborazione  dal libro Ipnosi: dilatare la mente per conoscere e trasformare la realtà Autore Gilberto Gamberini

 

 

Foto  riprodotta a fini didattici esplicativi e non commerciali

 

 

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • claudia

    26 Jan 2009 - 19:19 - #1
    0 punti
    Up Down

    Vorrei sapere come si cura il legame doppio patologico avviato in eta’ infantile e se e’ vero che porta sempre alla schizofrenia.Grazie.

Le categorie della guida