Questo sito contribuisce alla audience di

Immaginate… se volete….di essere altrove...Le Radici

Immaginate se volete…. Immaginate… se volete…. di essere altrove….Dietro di voi tutto è accaduto…. davanti a voi tutto deve ancora accadere........Avete la percezione dei vostri respiri. Soffermatevi sulle cose.. Su quello che vedete…. o su quello che, semplicemente, immaginate… su quello che percepite … Lasciate entrare le cose anche quelle che non conoscete… come…. una piacevole scoperta… Potete soffermarvi sulle vostre percezioni….ricordi di sale, cose che si sono sciolte e cullate, molto indietro nel tempo, come quando eravate dentro al ventre di vostra madre. Figli mai nati….ma comunque concepiti… che saltano al collo come cuccioli… grati per la vita che qualcuno ha loro donato. Abbandonate ogni rigidità, abbandonate il vecchio vestito che non vi rappresenta più, scopritene di altri, potete flettervi sulle ginocchia, scoprendo che la vostra rigidità è solo un ricordo lontano, era la vostra non forza, era l’opporsi invano della quercia al turbinio del vento, alla tempesta della vita, no …. potete flettervi come una canna al vento che si piega e che poi risale e si guarda di nuovo intorno con lo stesso stupore della prima volta…....E potete rimanere in quel luogo a godere delle emozioni che salgono e dimenticare i pensieri I nostri punti di riferimento, restano ancora là…. Come antichi alberi in un viale…. Siete voi che cambiate, che cambiate modo di fare le cose. Ora non siete più solo quello … Anche se nel cammino della vostra vita conservate le vostre radici…..

Immaginate se volete….

Immaginate… se volete….

di essere altrove….

Forse… udite ancora dei rumori ….

quelli di sempre….

rumori che non vi appartengono più,

…non vi coinvolgono più….

Dietro di voi tutto è accaduto….

davanti a voi

tutto deve ancora accadere.

Potete fare un respiro profondo…

e in quel respiro fare uscire da voi quello che volete che non vi appartenga più,

potete sgombrare le camere segrete della mente.

E lasciare che il sole le inondi di luce,

e lasciare che quell’aria che entra in voi, attraverso il respiro,

porti energie nuove, nuovo ossigeno e nuovo nutrimento

per tutto quello che vorrete fare nella vostra vita.

Avete la percezione dei vostri respiri.

Soffermatevi sulle cose..

Su quello che vedete….

o su quello che, semplicemente, immaginate…

su quello che percepite …

Lasciate entrare le cose

anche quelle che non conoscete…

come…. una piacevole scoperta…

Potete soffermarvi sulle vostre percezioni….

Se prestate attenzione….

Potete percepire degli odori…

odori di terre lontane,

ricordi di sale,

cose che si sono sciolte e cullate,

molto indietro nel tempo,

come quando eravate dentro al ventre di vostra madre.

Figli mai nati….ma comunque concepiti…

che saltano al collo come cuccioli…

grati per la vita che qualcuno ha loro donato.

Abbandonate ogni rigidità,

abbandonate il vecchio vestito che non vi rappresenta più,

scopritene di altri,

potete flettervi sulle ginocchia,

scoprendo che la vostra rigidità è solo un ricordo lontano,

era la vostra non forza,

era l’opporsi invano della quercia al turbinio del vento,

alla tempesta della vita,

no ….

potete flettervi come una canna al vento

che si piega e che poi risale

e si guarda di nuovo intorno con lo stesso stupore della prima volta…

allargate le braccia, per godervi questo momento

scoprite che senza alcun sforzo,

senza alcun movimento potete godervi la vostra vita.

E potete rimanere in quel luogo

a godere delle emozioni che salgono

e dimenticare i pensieri

I nostri punti di riferimento, restano ancora là….

Come antichi alberi in un viale….

Siete voi che cambiate,

che cambiate modo di fare le cose.

Ora non siete più solo quello …

Anche se nel cammino della vostra vita conservate le vostre radici…..

Gilberto Gamberini riproduzione riservata

Foto riprodotte a fini educativi esplicativi

Le categorie della guida