Questo sito contribuisce alla audience di

Le idee deliranti di un capo, modellano le menti dei bambini....

sullo stesso schema, la visione poi di se stessi era inesistente e tutti disegnarono se stessi piccolissimi, con tratti primitivi ed in margine al foglio. Nessuno sviluppava una indipendenza di vita, ma dipendenti dal capo anche nelle decisioni più banali. Il dottor Perry concluse che i traumi continui della vita settaria modificavano le funzioni cerebrali....

….il rogo a Waco (USA) dei Branch Davidians in Texas

      dove morirono 25 bambini su 80 persone.

      Il suo capo carismatico David Koresh durante l´ultimo atto per arrendersi o meno alla Polizia federale aveva già rilasciato 21 bambini di età tra i cinque mesi e i dodici anni. Quindi una buona metà degli adepti era formata da minori.

      Uno studio importante su questi bambini giunse alle conclusioni che i minori avevano uno sviluppo globale inferiore alla norma “bambini terrorizzati, stressati” ( dr Perry ).

      Evento molto importante fu che i bambini una volta liberati si comportarono come all´interno della setta formando gruppetti singoli con un capo e senza affetti familiari, solo il capo era la figura di riferimento: altro insegnamento importante di come le idee deliranti e distruttive di un capo, modellano le menti dei minori sullo stesso schema, la visione poi di se stessi era inesistente e tutti disegnarono se stessi piccolissimi, con tratti primitivi ed in margine al foglio. Nessuno sviluppava una indipendenza di vita, ma dipendenti dal capo anche nelle decisioni più banali. Il dottor Perry concluse che i traumi continui della vita settaria modificavano le funzioni cerebrali: i minori erano stati condizionati a livello di automi; una programmazione quasi indelebile per il loro futuro…..

 

fonte http://www.caramellabuona.org/sette1.htm

 

 

      Relazione Convegno di Rimini del F.A.V.I.S. del 2152005 ” Il plagio un menticidio impunito ” :

      “Il dramma dei bambini nei nuovi movimenti magicoreligiosi, pseudoreligiosi,commerciali e del tempo libero.”

      del Dr. Prof. Giorgio Gagliardi

 

6.0 Bibliografia e riferimenti.

      1) M. Singer, J.Lalich,Cults in Our Midst, Pubblicato nel 1995 da Jossey-Bass Publishers, ISBN 0-7879- 0266-7, prefazione di Robert Jay Lifton.

      2) David Halbertstam,Children,riferimenti in “L´età perduta-quando sui giovani scende la notte, di F.Colombo, in La Repubblica 1481999)

      3) Attività Illegali delle Sette. Doc. 8379. 20 Aprile 1999.

      4) Comitato Relatore: Comitato per gli Affari Legali e i Diritti Umani ( Doc. 8373).

      5) Comitato di parere: Comitato per gli Affari sociali, Salute e Famiglia.

      Doc. 7826 e riferimento N. 2192 del 28 maggio 1997.

      6) D.Nathan,M.Snedeker, Satan´s silence , Basic Book,1995,pag 115,278

      7) Vari rapporti CEE,UNiceff,citati nel testo.

 

Le categorie della guida