Questo sito contribuisce alla audience di

Torna indietro Siamo in tanti ad aspettarti ....

Lo hai fatto….lo hai fatto di nuovo…. Sei un nuovo nome, ma un volto simili a tanti altri. Vorrei che mai più accadesse quello che accade ancora e che continua accadere… C’è sempre qualcuno che ti può aiutare…. E’ un onda anomala quella a cui ti sei affidato. Sale sale, sempre più in alto…ti sembra dominare il mondo.. Ti sembra di avere trovato la soluzione a tutto.. Sei apparentemente sereno, ma di una serenità fredda come il marmo, ti lasceranno in pace, nessuno così ti impedirà di…. Quell’onda sale, sale e occupa tutto te stesso, annega il cervello, le restanti isole felici….fino a farle scomparire… E poi piomba giù, con la forza immane dell’assoluto male che non conosce nulla e non rispetta nulla. Lo so… ti capisco… Siamo tutti cani randagi alla ricerca di amore… o di cibo… Di una mano amica che ci accarezzi…… Forse quella mano c’è sempre stata… Ma non la vedevi…. Inverti quell’onda… Torna indietro… Siamo in tanti….qui ad aspettarti …. per iniziare a parlare….

Torna indietro Siamo in tanti ad aspettarti…per iniziare a parlare.
 
Suicida per debiti a 16 anni
Rovigo, perde 30mila euro e s’impicca
Suicida a 16 anni per debiti di gioco. E’ la sorte di uno studente della provincia di Rovigo, che si è impiccato nella cantina di casa per l’incapacità di sopportare le conseguenze di un debito da 30mila euro accumulato giocando al Lotto, all’insaputa dei familiari, nella ricevitoria gestita dalla sorella. Alla famiglia, che vive in un comune a poca distanza dal capoluogo, un biglietto con la scritta “Perdonatemi”.

Il sedicenne, che studiava all’istituto alberghiero, aiutava nei momenti liberi nella gestione della ricevitoria della sorella, e qui nel corso dei mesi ha giocato segretamente al Lotto, senza versare in cassa il corrispettivo delle puntate. Accortasi infine dell’ammanco, la sorella ha pensato che si trattasse di una truffa telematica da denunciare. E a questo punto è uscita la verità.

Sembra però che, pur nella prevedibile sorpresa per il comportamento del ragazzo, i familiari stessero già cercando di sistemare le cose. Ma evidentemente lo studente non ha retto alla vergogna, e ha scelto di togliersi la vita. Fonte TGCOM

 

Perde la vita per debiti di gioco, per la vergogna ….

o per qualsiasi altro motivo, che occupa la mente.

Finchè la mente è incapace di pensare ad altro che non sia solo quello.

Quando tutte le soluzioni appaiono come strade in salita

Finchè la apparente soluzione diviene  una strada senza  ritorno.

 

Lo hai fatto….lo hai fatto di nuovo….

Sei un nuovo nome, ma un volto simili a tanti altri.

Vorrei che mai più accadesse quello che accade ancora e che continua accadere…

C’è sempre qualcuno che ti può aiutare….

Inverti l’onda…

E’ un onda anomala quella a cui ti sei affidato.

Sale sale, sempre più in alto…ti sembra dominare il mondo..

Ti sembra di avere trovato la soluzione a tutto..

Sei apparentemente sereno, ma di una serenità fredda come il marmo,

ti lasceranno in pace, nessuno così ti impedirà di….

Quell’onda sale, sale e occupa tutto te stesso, annega il cervello,

le restanti isole felici….fino a farle scomparire…

E poi piomba giù, con la forza immane dell’assoluto male che non conosce nulla e non rispetta nulla.

Tu scompari tra i suoi flutti e lascerai solo distruzione e rovine quando quell’onda si ritrarrà di nuovo verso il mare.

Distruzioni e rovine in chi resta….domande senza risposta…

Sensi di colpa dei vivi per non aver saputo capire…

Esempio per altri che come te…non possono e non riescono ad affrontare….

 

Lo so… ti capisco…

Siamo tutti cani randagi alla ricerca di amore… o di cibo…

Di una mano amica che ci accarezzi……

Forse quella mano c’è sempre stata…

Ma non la vedevi….

 

Inverti quell’onda…

Torna indietro…

 

Siamo in tanti….qui ad aspettarti ….

per iniziare a parlare….

 

Riproduzione riservata Gilberto Gamberini

 

Foto riprodotte a fini didattico esplicativi

Le categorie della guida