Questo sito contribuisce alla audience di

Psicoterapia del calciatore Germania Mondiali di calcio

Psicoterapia Ericksoniana del calciatore....ogni obbiettivo che affronterai, ogni azione che che compirai in campo sarà la prima e l'ultima, non dovrai farti condizionare da quello che hai fatto prima, se avevi sbagliato qualcosa o se l'avevi fatta al meglio, comunque, il ricordarla ti distrarrà da quella che dovrai compiere ancora.....non esistono fischi nè applausi....ma solo un grande silenzio in cui sentirai solo il rumore dei tuoi passi, della tua corsa che ti permetterà di raggiungere l'obbiettivo ....guarda quella palla....percepiscila sui tuoi piedi....diviene parte di te e tu di lei....ti seguirà ovunque tu vada...e tu sai dove andare, lo hai sempre saputo, ed ora ne hai maggiore e chiara consapevolezza....

Psicoterapia Ericksoniana del calciatore:

cosa succede nel giocatore prima della partita?

Tensione, ansia da prestazione, aspettative, paure….

paura di non essere all’altezza,

paura degli infortuni che ti mettano in disparte….

Spesso queste ansie e paure alimento i tuoi sogni….

e non è dolce incubare….

La gara la vinci prima ancora di giocarla….

perchè la hai già giocata dentro di te….

è un fatto mentale….

se sei sereno e limpido….

lo sarai anche durante la gara….

Lasciati andare a quel percorso…..

che è iniziato tanto tempo prima….

ora, raccoglierai tutto quello che hai seminato….

ora, come diceva Milton Erickson, nei suoi paradossali

doppi legami, puoi raggiungere quel successo….

Milton Erickson,

che allenò atleti olimpici invitava a riflettere sul fatto che

ogni obbiettivo che affronterai, ogni azione che che compirai in campo sarà la prima e l’ultima, non dovrai farti condizionare da quello che hai fatto prima, se avevi sbagliato qualcosa o se l’avevi fatta al meglio, comunque, il ricordarla ti distrarrà da quella che dovrai compiere ancora…..

Quello che ti aspetta ancora….è lontano

e sarà solo l’effetto di quello che, che in questo momento, stai compiendo…

concentrati solo su questo….non esistono fischi nè applausi….ma solo un grande silenzio in cui sentirai solo il rumore dei tuoi passi, della tua corsa che ti permetterà di raggiungere l’obbiettivo della tua vita….

guarda quella palla….percepiscila sui tuoi piedi….diviene parte di te e tu di lei….ti seguirà ovunque tu vada…e tu sai dove andare, lo hai sempre saputo, ed ora ne hai maggiore e chiara consapevolezza…. nella gara della tua vita…..

non pensare ad altro….il successo è effimero….quello che conta è che tu sia quello che tu vuoi essere….in quel campo….in quella gara….nella olimpiade della tua vita……

Copyright © 2004-2006 [Gilberto Gamberini]. Tutti i diritti riservati.

Le categorie della guida