Questo sito contribuisce alla audience di

Niente calcio a Mogadiscio Vietati i mondiali

L'ordine islamico regna a Mogadiscio e vieta di guardare le partite dei Mondiali di calcio in piazza, su improvvisati maxi schermi....

fonte Fausto Biloslavo da Il Giornale.it

L’ordine islamico regna a Mogadiscio e vieta di guardare le partite dei Mondiali di calcio in piazza, su improvvisati maxi schermi. I miliziani di Allah hanno sparato in aria per disperdere centinaia di tifosi, che si erano riuniti agli angoli delle strade per assistere alle prime partite. I televisori, o schermi più grandi, erano spesso appesi agli alberi della città, ma le corti islamiche hanno tagliato l’energia elettrica prima del calcio d’inizio dei Mondiali. Ieri i tifosi sono scesi in piazza per protestare contro l’assurdo divieto.

….La mossa delle corti islamiche riflette una vecchia mania dei talebani, che consideravano i televisori degli strumenti del diavolo. Non si trattava solo di fermare il flusso di notizie dall’Occidente, bollato come propaganda dei crociati. In pratica nessun essere vivente può essere rappresentato, in rispetto ad Allah, non solo sugli schermi televisivi, ma neppure in fotografia o attraverso un dipinto. Inoltre i calciatori scendono in campo in pantaloncini corti, troppo discinti per la morale degli estremisti islamici. Nelle poche partite che si tenevano nell’emirato talebano in Afghanistan i poveri calciatori erano costretti a indossare calzoni lunghi per coprire le gambe. ……

 

Le categorie della guida