Questo sito contribuisce alla audience di

“ZI zi zi…vive” Oriana Fallaci la scrittrice dell’anima

Anima intesa come emozione, come un parlare a ruota libera seguendo gli impulsi del cuore che possono piacere o meno, ma restano percorsi ed opinioni di vita.....Oriana Fallaci amata ed odiata come pochi, deve essere rispettata nella morte, rispettata per la malattia che l’ha colpita, che sancisce un calvario, che a volte porta sulla croce....La psicoterapia che parla di emozioni e alle emozioni, non può prescindere dalle emozioni che Oriana Fallaci ha espresso….Emozioni contro, emozioni per…. Le emozioni travalicano sempre i ragionamenti…. Fino a anche a stridere come un gesso sulla lavagna.....Donne e uomini contro…. Da Majakovskiy a Che Guevara…. Diversi nello spirito e nelle soluzioni… Ma col medesimo anelito di libertà e di vita… Voci che la cronaca e la storia non riescono ad imbavagliare…..E’ morta una toscanaccia anarchica, paradossalmente atea e cristiana, sincera e libera, volitiva e fragile, ostinata e provocatrice, amante della vita, dalla lingua tagliente ma mai biforcuta, come la sua terra….Ha raggiunto il suo Alekos…. per amarlo per sempre e con lui continuare la battaglia per la libertà e la vita di tutti… Come una balena solitaria…. incagliata dalla malattia… questa volta non gliel’ha fatta… ma resta in noi il ricordo del suo sbuffare e del suo incedere…. nascosto da una nuvola di fumo denso….“Zi zi zi” “Vive vive vive “ Vive Oriana…al di la della morte del corpo…. Vive l’anziana partigiana che visse la vita come emozione e come una sfida….Esiste..... ed esisterà sempre....finchè esisterà una voce che avrà la forza di levarsi al di sopra del coro.....

“ZI zi zi…vive” Oriana Fallaci la scrittrice dell’anima

Anima intesa come emozione,

come un parlare a ruota libera seguendo gli impulsi del cuore

che possono piacere o meno,

ma restano percorsi ed opinioni di vita,

che per opportunità o convenienza non si ha il coraggio di esprimere.

Oriana Fallaci amata ed odiata come pochi,

deve essere rispettata nella morte,

rispettata per la malattia che l’ha colpita,

che sancisce un calvario,

che a volte porta sulla croce….

La psicoterapia che parla di emozioni e alle emozioni,

non può prescindere dalle emozioni che Oriana Fallaci ha espresso….

Donna contro, scrittrice contro…

Non ha mai seguito l’opportunismo del facile successo…

Ma ha, da sempre, seguito la via più vera e più pura dell’uomo,

quella delle emozioni….

Emozioni contro,

emozioni per….

Le emozioni travalicano sempre i ragionamenti….

Fino a anche a stridere come un gesso sulla lavagna…

Ma emozioni restano….

Quella sintonia tra l’essere interiore

che si esprime attraverso le parole…

E che non tace….

La voce critica,

su cui si può discordare, ma non odiare….

Perché l’odio oltre a cancellare e ghettizzare le idee,

cancella l’uomo ….

Oriana Fallaci non ha bisogno di essere difesa…

lo ha sempre fatto egregiamente da sola….

ma ha bisogno nel momento in cui scompare

di essere ricordata….

perché è nel ricordo che l’autenticità della emozione continua….

Come diceva Oriana parlando di Alekos “non era….è”

significando in tal modo che finchè le cose restano nei nostri cuori,

continuano a vivere.

Donne e uomini contro….

Da Majakovskiy a Che Guevara….

Diversi nello spirito e nelle soluzioni…

Ma col medesimo anelito di libertà e di vita…

Voci che la cronaca e la storia non riescono ad imbavagliare…..

Un viaggio la vita….

Che può condurre in luoghi diversi…

Ma quando lo sguardo è limpido e l’anima è pura…

È un viaggio di emozioni….

Come nel suo libro

“Lettera ad un bambino mai nato” ….

Ed in “Interviste con la storia” come giornalista intervistò i grandi della terra…

Da Arafat a Komeini, davanti al quale tolse il velo, proclamando e difendendo

il suo ruolo di donna che non deve avere padroni…..

In “Niente è così sia”

in cui la Fallaci

“fruga nel cuore degli uomini,

che vanno sulla luna,

ma che poi si ammazzano come diecimila anni fa”.

Viaggio che inizia dal Vietnam,

in cui la Fallaci cerca di rispondere alla domanda di una bambina,

forse quella bambina che è dentro di lei,

“cos’è la vita”….

”dacci oggi il nostro massacro quotidiano,

liberaci dall’insegnamento che ci dette tuo figlio,

tanto non serve a niente non è servito a niente, e cosi sia”

“ gli uomini non sono ne angeli ne bestie, ma angeli e bestie

Il viaggio, in questo libro, termina in Messico,

dove documenta la rivolta degli studenti.

Lei….. la Fallaci autentico spirito libero e libertario,

che odia i sotterfugi, le ingiustizie e la guerra,

da qualunque parte provenga.

E’ accanto a quei giovani delle piazze,

è difendendo quei giovani che la Fallaci viene mitragliata

e data per morta….

ma sopravvive…

e da quel giorno, ancora di più, il suo spirito sarà più combattivo

e non si lascerà mai sopraffare da nessuno….

chiunque esso sia….

Fino agli eventi ultimi dell’11 Settembre 2001….

in cui sfoderò la sua spada….

Ma solo di lingua si trattava….

perché lei la Fallaci non ha mai ucciso nessuno….

Un suo grande libro ….”Un uomo”

dedicato al suo grande amore,

eroe della resistenza greca contro la dittatura dei colonnelli…..

Alekos Panagulis….politico e poeta….

“Zi zi zi zi” “ Vive..vive vive” urlava la gente al suo funerale…

che fa venire in mente per pura analogia…..perchè

così si esprime il linguaggio delle emozioni

altri suoni e altre dimensioni…..

Perché poi è il messaggio di sempre….

un messaggio universale

“ Quel popolo che fino a ieri ti aveva scansato, lasciato solo come un cane scomodo, ignorandoti quando dicevi non lasciatevi intruppare dai dogmi, dalle uniformi, dalle dottrine, non lasciatevi turlupinare da chi vi comanda , da chi vi promette, da chi vi spaventa, da chi vuole sostituire un padrone con un nuovo padrone, non siate gregge per dio, non riparatevi sotto l’ombrello delle colpe altrui, lottate, ragionate col vostro cervello, ricordate che ciascuno è qualcuno, un individuo prezioso responsabile, artefice di se stesso, difendetelo il vostro io, nocciolo di libertà, la libertà è un dovere, prima che un diritto è un dovere”

Così morì Alekos per difendere quella liberta…

libertà e fame di giustizia,

che la Fallaci porterà sempre nel cuore….

Definita, a torto, con superficialità, fascista, non lo fu mai,

partigiana nella divisa e nel cuore,

vide ucciso dal fascismo l’uomo amato e ne soffrì le persecuzioni…..

Ma le verità della Fallaci erano scomode,

erano contro tutti i fascismi e i nazismi,

di idee e di fatto,

ora, molti la rimpiangeranno e la incenseranno,

ma l’Italia si vergognò di nominarla senatrice a vita

per aver dato lustro alla cultura italiana nel mondo, per libri venduti, per coerenza, per fama….

e specialmente per aver difeso la libertà….

la sua libertà e quella di tutti….

E’ morta una toscanaccia anarchica,

paradossalmente atea e cristiana,

sincera e libera, volitiva e fragile,

ostinata e provocatrice,

amante della vita,

dalla lingua tagliente ma mai biforcuta,

come la sua terra….

Ha raggiunto il suo Alekos….

per amarlo per sempre e con lui continuare

la battaglia per la libertà e la vita di tutti…

Come una balena solitaria….

incagliata dalla malattia…

questa volta non gliel’ha fatta…

ma resta in noi il ricordo del suo sbuffare e del suo incedere….

nascosto da una nuvola di fumo denso….

“Zi zi zi”

“Vive vive vive “

Vive Oriana…al di la della morte del corpo….

Vive l’anziana partigiana che visse la vita come emozione e come una sfida….

Esiste…..

ed esisterà sempre….finchè esisterà una voce

che avrà la forza di levarsi

al di sopra del coro…..

Copyright © 2004-2006 [Gilberto Gamberini]. Tutti i diritti riservati.

Sullo stesso argomento, due voci di donna, perchè nessuno meglio di una donna , può parlare di un’altra donna…..

Oriana L’alieno nell’Oceano delle tempeste di Luisa Maria Carretta

E’ morta la piccola vedetta della resistenza di Asia Toscano

Il blog di guida Storia Sabrina Bolognini Fatti e misfatti

Le categorie della guida