Questo sito contribuisce alla audience di

I modelli del bene e del male

Modello uomo….. se non aggredisce non è uomo…… Ma chi deve aggredire….? Se crei una macchina per aggredire poi devi anche creare la preda…. Modello donna…....I modelli sono aridi perché si alimentano di quello che non c’è più, perché enfatizzano quello che forse c’era…...sono un subliminale negativo....I modelli enfatizzano le diversità della apparenza.... Il modello uomo non è quello che ti fa affondare…. come se la vita fosse una eterna battaglia navale…...Il modello "alpino" è una iconografia del bene…. della solidarietà che prescinde dalla appartenenza, ma che diviene progetto di vita e sua condivisibilità…....È un modello di uomo e di donna che non ha il suo concorso di bellezza, ma che forse è più vero e il più bello…. perché si ispira ai valori irrinunciabili e mai troppo enfatizzati dell’umanità…. Schivi, a volte, rumorosi ma mai fastidiosi, come la vita....

I modelli enfatizzano la diversità della apparenza

 

Modello friulano….. modello arabo…modello israeliano….. si servono solo di passato per rendere quel passato parte del presente e condizionante il futuro….. Modello uomo….. se non aggredisce non è uomo…… Ma chi deve aggredire….? Se crei una macchina per aggredire poi devi anche creare la preda…. Modello donna…….I modelli sono aridi perché si alimentano di quello che non c’è più, perché enfatizzano quello che forse c’era……sono un subliminale negativo….I modelli enfatizzano le diversità della apparenza…. 

 

Il modello uomo

 

non è quello che fa affondare…. come se la vita fosse una eterna battaglia navale… Il modello uomo è quello che difende e che non offende…. Il modello uomo è quello di un gesto gentile…. E’ quello che non si difende ma ti difende…. E’ quello che ti chiede e che non pretende… E’ quello che non mostra ma dimostra…..Ma se l’amore è un raggio di sole ti basterà un solo giorno d’amore?

 

Il modello “alpino”

 

è una iconografia del bene…. della solidarietà che prescinde dalla appartenenza, ma che diviene progetto di vita e sua condivisibilità…….È un modello di uomo e di donna che non ha il suo concorso di bellezza, ma che forse è più vero e il più bello…. perché si ispira ai valori irrinunciabili e mai troppo enfatizzati dell’umanità…. Schivi, a volte, rumorosi ma mai fastidiosi, come la vita….

 

Il modello anoressico della indossatrice

 

Quando facciamo qualcosa o guardiamo qualcosa dovremmo porci il problema che non tutti lo recepiscono allo stesso modo… i più deboli lo recepiscono in modo amplificato e a volte deleterio… Anche la tv che dispensa modelli dovrebbe porsi in quest’ottica, perchè a livello subliminale vengono recepite molte più immagini e messaggi di quelli che, consciamente, crediamo di aver recepito. In tale modo messaggi apparentemente innocenti possono avere e costituire un modello deleterio per la psiche, specie per chi non si ama e vorrebbe essere e divenire diverso…. In tale contesto…un modello può divenire messaggio negativo….

 

I modelli della Anoressia

 

se la moda propone modelli irrealistici ….. quei modelli irrealistici rischiano di fare adepti….. Perchè non sfilano taglie 44 e 46….che rappresentano certamente i più…… e sfilano, a volte, le taglie 36 e 38…..che appartengono alla serie “chi le ha viste?”…..

 

Modello Violenza Modello Bullismo

 

Perché il bullismo? Perché la violenza continua sul più debole, in quella determinata circostanza ed occasione, uomo, handicappato o donna che sia. Ancora per un po’ sarà la donna la vittima preferenziale….. finchè sarà l’immagine più sfruttata come oggetto del modello “uomo”…..Alla fine arrivano…..questi fulmini a ciel sereno…. increduli….ci arrampichiamo sugli specchi per capire….. non sono solo giovani del disagio….. non sono neppure extracomunitari…. sono i giovani della porta accanto…. i nostri figli………si educa all’incontrario….. se ti dicono di no, insisti e fallo diventare un si….. ti educano alla onnipotenza…. anche psicoterapica…..Ti danno e basta e poi ti abbandonano….. in una società senza credo e senza valori…. fatta di croci morte e non di messia predicanti….Col cellulare puoi tutto…..puoi anche filmare…. ma perché dovresti fermarti ai visi visto che c’è anche il resto?….Tu lo fai per gioco….e nel gioco è lecito tutto…… Cosa c’è di male con una donna?….. Te la propongono di continuo…. nuda su calendari….Ti hanno già insegnato tutto…. tu hai la sola colpa di farlo…..Riprendi tutto…. nel bene e nel male…. come un orientale ossessivo….. perché quel riprendere…. in una società televisiva come la nostra….. lo potresti rivendere a quel canale o a quell’altro…. devi essere il primo…. solo questo conta….Apparire…. attori tutti…. nei blog scrittori tutti….. ma nessuno legge…se non la punteggiatura….. attori tutti….ma non si sa cosa recitare….. si ammicca…. ci si vende e non ci si ricorda più cosa abbiamo venduto…… E quanto te ne ricordi…. ti prende un cerchio alla testa che affoghi nell’alcool o nella nebbia di uno spinello…… E se non basta l’esctasy…. o di più ancora…. Una centrifugata al cervello….. e poi tutto riprende……. da dove nulla è mai iniziato…..

 

Droga Non è un dovere non è un diritto

LA DROGA NON E’ UN DOVERE NON E’ UN DIRITTO MA U LIMITE DA SUPERARE ….la droga ti da una apparente felicità…. un sorriso a tempo…. stampato sul viso…. ti da prestazioni massime…Ma c’è un rovescio della medaglia…. un prezzo da pagare…. come quando si vende l’anima al diavolo…. perché in fondo, metaforicamente, diavolo la droga lo è, perchè ti prende ti cattura e non ti molla e, una volta, che ne hai assaporato l’ebbrezza ti da sensazioni talmente forti e peculiari che solo la sua riassunzione ti può soddisfare…. C’è un effetto rebound…. alla euforia iniziale segue una depressione compensatoria…… alla affabilità e simpatia segue un periodo di chiusura mentale…. alla iperlucidità segue la confusione e la pesantezza….. alla iperattività l’abulia….. alla ipersessualità la mancanza della libido…. alla forma fisica la sua prostrazione…. Certo la droga è un arma facile da usare…. è rapida, immediata, alla moda e non ti occorre fare lunghe psicoterapie per migliorarti e per affrontare le cose…. ma la droga è un arma…. un arma letale…. che, prima o poi, ti scoppia tra le mani…. perché non la puoi controllare….. è una assuefazione del tipo di quella da nicotina e di quella da alcool ma di un livello superiore…. non ucciderai mai per una sigaretta ma per la droga potresti arrivare a farlo….. All’effetto rebound … per sfuggirgli si risponde con altra assunzione di droga…. perché non si vuole essere tristi e pestati…..finchè un giorno ti ritrovi niente….. polvere bianca che si confonde con la polvere delle strade….. sei dappertutto e da nessuna parte…. non sei arrivato…. sei solo perso…..confuso…. inutile e pericoloso, per te stesso e per gli altri…… Non voli hai avuto solo l’illusione di farlo…. e poi neppure questo, perché, coltempo, ne perdi pure la fantasia…… …….LA DROGA NON E’ UN DIRITTO NE’ UN DOVERE iL PAESE DEI BALOCCHI…..il tuo umore e le sue oscillazioni non dipendono più dalle emozioni, ma dalla dose che trovi, dalla sua quantità, o dalla sua mancanza…. Pericoloso essere in balia di una sostanza…. Se sei euforico vorresti conquistare il mondo… Se sei depresso piangeraii per averlo fatto…..ti fanno divenire incapace di affrontare le più comuni difficoltà eterni bambini in balia di pillole colorate, prima, e poi del fumo che ti prepara e ti da un alone di magia finta, e poi la polvere bianca, la neve, che ha una purezza solo apparente, come i miti e i modelli di cui ti nutrono…. La cocaina è uno dei veicoli per entrare nel mondo delle falsità degli adulti…. È la sua limousine….. Ne entri da padrone…. Ma ne esci dal paese dei balocchi degli adulti?…..Una volta si diceva che eri fatto sottintendendo che eri un “uomo fatto” Un uomo maturato dalla vita e dalle sue esperienze…. Ma ora sei solo fatto per una sostanza da cui dipendi…..L’eutanasia della mente non può divenire la normalità del domani…..No…..noooo…..no grazie…… Abbiamo già dato…. Molte famiglie hanno già dato…. Troppi giovani non torneranno più da quel mondo dei balocchi….

 

Nuovi modelli: i Nonni

 

E’ la presenza critica dell’adulto che permette al bambino di comprendere correttamente la realtà alimentandola con la necessaria fantasia, che stimola l’ideazione ed è stimolo alla crescita…..E’ l’interazione affettiva che stimola a tirare fuori il meglio di se e che gli evita di dipendere dai modelli che i mass media propongono spesso in modo unidirezionale.

 

Esisti

 

Mille cose accadono, ma a te non accadono mai…. Accadono sempre agli altri… a te sembra restare solo il peggio … a volte, spereresti che fosse così… ma il nulla è peggio del peggio… è un’aridità senza conforto…ed è in quei momenti che fissando le tue impronte sulla neve fresca ti rendi conto della tua esistenza e del cammino percorso… ti rendi conto dei tuoi piedi che ti permettono di camminare… di andare….della libertà che ti possono dare…. ed allora comprendi come nulla è mai accaduto perchè non poteva ancora accadere….

 

Le categorie della guida