Questo sito contribuisce alla audience di

A volte è angoscia ed allora ti viene da smorzare....

L’isola talmente simile....a quello che accade nella realtà cosicchè uno se ne distoglie....e tu sei talmente stufo di quella realtà che la dai per persa, sai che soccomberai come sempre, sai che resterai sempre un ultimo un perdente ..... ed allora ti togli, non la guardi più perché quell’operazione di identificazione ti crea sofferenza ti urta....hai sempre paura di arrivare in ritardo e che qualcuno arrivi prima di te…. già c’è il mondo prima di te e tu sei inesorabilmente ultimo.... nella vita ....come nell’isola dei famosi….Non dovrebbe essere così….non dovrebbe l’isola uccidere le speranze ma dovrebbe colorarle dovrebbe dare la possibilità al nostro grigiore di divenire colore dovrebbe dare la possibilità al nostro essere insipidi di divenire sapore e odore che ti inebria e ti fa divenire anche ciò che non sei eroe per un giorno…. protagonista...

A volte è angoscia ed allora ti viene da smorzare….

L’isola talmente simile

troppo simile…

a quello che accade nella realtà

cosicchè uno se ne distoglie,

vince il più furbo, il più ipocrita,

e tu sei talmente stufo di quella realtà

che la dai per persa,

sai che soccomberai come sempre,

sai che resterai sempre un ultimo

un perdente …..

ed allora ti togli,

non la guardi più

perché quell’operazione di identificazione

ti crea sofferenza ti urta….

il tuo eroe è stanco, stremato, aspetti un guizzo….

una carezza che non viene….

Come quando sei in fila….

hai tanti pensieri nella testa

ma non ne realizzi uno,

hai sempre paura di arrivare in ritardo

e che qualcuno arrivi prima di te….

già c’è il mondo prima di te

e tu sei inesorabilmente ultimo….

nella vita ….come nell’isola dei famosi….

Una identificazione diversa

Non dovrebbe essere così….

non dovrebbe l’isola uccidere le speranze

ma dovrebbe colorarle

dovrebbe dare la possibilità al nostro grigiore di divenire colore dovrebbe dare la possibilità

al nostro essere insipidi di divenire sapore

e odore che ti inebria

e ti fa divenire anche ciò che non sei

eroe per un giorno….

protagonista…

bello fuori conta poco e svanisce nel tempo

e ripetuto spesso diventa un doppio legame

ed agli altri resta impresso

quello che non sei e che non viene detto

bello e stupido….

Protagonista bello dentro

di quella bellezza che ti fa sentire al centro della vita

perché tu sei lì,

con i tuoi limiti che sono quelli di tutti,

con le tue paure….

quelle di tutti ……

quelle delle infinite notti senza stelle….

che qualcuno dovrebbe illuminare….

Copyright © 2004-2006 [Gilberto Gamberini]. Tutti i diritti riservati

Le categorie della guida