Questo sito contribuisce alla audience di

Una buona televisione.....con Luca Goldoni

Oltre gli sponsor della anoressia obbligata…. del voyeurismo della disgrazia… e della sofferenza per gioco.....La sofferenza è uno stimolo per tirare fuori il meglio di se? Questa tesi psicologica è insostenibile, perché già la vita di ognuno si misura con la sofferenza della quotidianità, del sopravvivere e del vivere, del progettare la propria vita, della malattia propria e dei propri cari, degli affetti desiderati e di quelli mancati, dei sogni infranti, delle delusioni…. Non occorre costruire una sofferenza artificiale per capire che si sta bene quando stiamo bene….Si può fare una tv divertente che possa accoppiare spettacolo, musica, bellezza, cultura, avventura, e una visione di insieme della vita che divenga stimolo al confronto e che lasci il dolce in bocca del miele togliendone l’amaro? La risposta è si….. L’incontro con Luca Goldoni nella trasmissione “Dolce e Amaro” è stata una di quelle occasioni….giornalista arguto e acuto osservatore li coglie…..descrive quell’attimo prima che fugga….e lo ferma per farcelo guardare da diversi punti di vista….. c’è più psicologia in Luca Goldoni che in molti professionisti della psiche…. Luca Goldoni ci fa soffermare sul comprensibile….senza stupirci con effetti speciali…. sulle nostre contraddizioni…sui nostri nonsense….li mette a nudo….e poi deciderà ognuno….liberamente, se mutare direzione o meno….. ma lui ne parla….li mette sul tappeto….Chiaro e tondo….a tutto tondo….come il titolo del suo nuovo libro che ha presentato .....Su Telesanterno in "Dolce e amaro" ore 13,15 Giovedì 21 Dicembre, Venerdì 22 Dicembre ore 23,15, ore 13,15 Mercoledì 27 Dicembre, Giovedì 28 Dicembre, Venerdì 29 Dicembre ore 23,15, ore 13,15 Martedì 2 Gennaio, Mercoledì 3 Gennaio, Giovedì 4 Gennaio, Venerdì 5 Gennaio ore 23,15......come definirli tutti….userò un termine semplice e chiaro alla Luca Goldoni… “una bella compagnia” sottintendendo con questa semplice parola tutta la piacevolezza che una compagnia può dare….

Una buona televisione…..con Luca Goldoni

Oltre gli sponsor della anoressia obbligata….

del voyeurismo della disgrazia…

e della sofferenza per gioco….

La sofferenza è uno stimolo per tirare fuori il meglio di se?

Questa tesi psicologica è insostenibile, perché già la vita di ognuno si misura con la sofferenza della quotidianità, del sopravvivere e del vivere, del progettare la propria vita, della malattia propria e dei propri cari, degli affetti desiderati e di quelli mancati, dei sogni infranti, delle delusioni….

Non occorre costruire una sofferenza artificiale per capire che si sta bene quando stiamo bene….basterebbe farne prendere coscienza….a chi non lo sa ancora….

La sofferenza dovrebbe essere superata sublimata, allontanata e dimenticata…..

La tv degli eccessi ha fatto il suo tempo…..e chi la giustifica e ne fa una bandiera dovrebbe essere disintossicato…..da questa ubriacatura….

Si può fare una tv divertente che possa accoppiare spettacolo, musica, bellezza, cultura, avventura, e una visione di insieme della vita che divenga stimolo al confronto e che lasci il dolce in bocca del miele togliendone l’amaro?

La risposta è si…..

L’incontro con Luca Goldoni nella trasmissione “Dolce e Amaro” è stata una di quelle occasioni….

Luca Goldoni: …..il fascino dei ricordi….senza abbellimenti e senza fronzoli….e anche senza troppi rimpianti…. Analogie e contrasti della nostra storia…..in una specie di senza tempo….. cronache di ieri e di oggi…..del deja vue….

.

“ (Da il sopravissuto) George Clark è un fotografo di successo che la mattina

dell’11 settembre 2001 ha un appuntamento con il suo editore in un ufficio della Torre Nord del World Trade Center. Fortunosamente scampato al crollo delle Torri Gemelle, Clark si rende conto, all’improvviso, di avere la possibilità di fuggire dalle secche in cui si era arenata la sua vita. ..va sulle montagne del Canada in cerca di una donna che aveva amato, Isabel. ….”

decide di sparire per risolvere i suoi conti in sospeso con la vita….. realizzare i sogni……

“(da L’Italia al guinzaglio Storie di animali e dei loro padroni) Parlando di cani, gatti, lepri e condor, Luca Goldoni ritorna a parlare della nostra società. Di come eravamo ai tempi della lambretta e delle balere, di come siamo diventati a furia di viacard, videogame, bancomat e telequiz. E cerchiamo di coinvolgere nel nostro mondo anche le bestie: li sostituiamo ai figli, diamo loro i nomi di famiglia, li portiamo dallo psichiatra e dall’estetista, imprestiamo loro la nostra voce, i nostri tic, i nostri desideri… Ma loro continuano a essere loro e noi invece siamo sempre più schiavi del lavoro, delle mode, dei ritmi di vita affannosi e dell’ultima tecnologia. La domanda che sorge dunque spontanea all’autore del libro è: e se al guinzaglio ci fossimo noi? …..”

“(da Appena ieri come non siamo cambiati)

Anziani e pompieri

Lo sogno da quando ero bambino e giocavo con la automobilina scarlatta a molla… rinuncerò alle belle sale di lettura di musica e chiederò di ospitarmi sul camion rosso con sirena…. Queste giornate nelle caserme dei pompieri….suggerite per sfuggire al caldo d’estate…si chiude un ciclo per la mia generazione… da bambini per tenerci buoni ci portavano in stazione per veder passare i treni….

Un mondo migliore in cui si interrompe una telefonata dicendo “ti devo lasciare sta arrivando gente” per creare un club di conversazione…..

Bar sport….il sole nero come Montanelli definì la depressione….lo stava accecando…Pantani inesorabilmente si arrendeva a quel cancro alla rovescia che divora con il suo vuoto senza fine…. Chiesi di lui a un amico di Cesenatico….”no mi disse gli amici non lo hanno lasciato,è lui che li ha lasciati

L’era dei senza….crociata salutista e puritana….il paradosso finale….e in ultima istanza una vita senza morte…..l’utopia…

La 500 di copertina….i primi modelli avevano le portiere che si aprivano controvento… e nello scendere le donne erano costrette a scomporsi rivelando preziose penombre… presso i parcheggi delle scuole e dei mercati….stazionavano gruppi di maschi in attesa paziente….erano i candidi progenitori dei guardoni del grande fratello….

Colloquio col prof…. Oggi i colloqui si fanno con gli alunni per sapere come va l’insegnante…

Moscone di salvataggio…. Abbandonarsi ai luoghi comuni è così dolce e risposante….

Il senso del tempo che passa lo si ha a fine estate non a san silvestro o ai compleanni….

Sestante e satellite….il mondo va avanti ma per goderselo bisogna restare un po indietro….

La rumba dello stress…..era dura più di oggi ma nessuno parlava di stress .. come disse il famoso scrittore si trattava del mestiere per vivere….”

Grande successo…..perché esprime il parere della gente….riesce a cogliere il senso comune delle cose, che spesso però una persona non riesce o non ha il coraggio di esprimere …..il giornalista arguto e acuto osservatore li coglie…..descrive quell’attimo prima che fugga….e lo ferma per farcelo guardare da diversi punti di vista…..

c’è più psicologia in Luca Goldoni che in molti professionisti della psiche….

Luca Goldoni ci fa soffermare sul comprensibile….senza stupirci con effetti speciali….

sulle nostre contraddizioni…sui nostri nonsense….li mette a nudo….e poi deciderà ognuno….liberamente, se mutare direzione o meno…..

ma lui ne parla….li mette sul tappeto….Chiaro e tondo….a tutto tondo….come il titolo del suo nuovo libro che ha presentato …..

Copyright © 2004-2006 [Gilberto Gamberini]. Tutti i diritti riservati per le parti che gli competono

Su Telesanterno in “Dolce e amaro”

ore 13,15 Giovedì 21 Dicembre,

Venerdì 22 Dicembre ore 23,15,

ore 13,15 Mercoledì 27 Dicembre, Giovedì 28 Dicembre,

Venerdì 29 Dicembre ore 23,15,

ore 13,15 Martedì 2 Gennaio, Mercoledì 3 Gennaio, Giovedì 4 Gennaio,

Venerdì 5 Gennaio ore 23,15.

trasmissione condotta da Silvano Silvi, cantante, musicista, dee jay, conduttore, presentatore, che Renzo Arbore ha definito precursore del rock and roll italiano ….

Si ringrazia Telesanterno e Silvano Silvi per l’ospitalità.

Si ringrazia tutto lo staff…..

Angela, Isa Belle, il conte Max, Franco Paradise, Claudia Raganella, Avvocatessa Rita, G.Franco Kelli, lo scozzese, lo scrittore, l’oracolo il Docente Dott Gian Luca Ruggeri, Il presidente del consiglio Provinciale della provincia di Bologna Dott Maurizio Cevenini……

cameramen, sceneggiatori, registi…ed altri che sicuramente ho dimenticato….

come definirli tutti….userò un termine semplice e chiaro alla Luca Goldoni…

“una bella compagnia” sottintendendo con questa semplice parola tutta la piacevolezza che una compagnia può dare….

Le categorie della guida

Argomenti