Questo sito contribuisce alla audience di

Dolce e amaro.....L'importante è che vinca il dolce

CALENDARI E PSICHE.....Calendari …un tempo nati solo per scandire il tempo….Per molti è divenuto un veicolo commerciale, una promozione di ditte, di enti, anche benefici, di cui spesso il fine è la solidarietà, di industrie o di se stessi quando la pubblicità e l’immagine sono parte integrante del loro lavoro come per Raffaello Balzo uno dei protagonisti dell’isola dei famosi…. Una curiosità quando partecipai alla trasmissione in studio non potevo comunicarglielo direttamente che il calendario era uscito, per cui usammo un nostro codice….Immagine che non dovrebbe mai dimenticare il contenuto…. Calendari per rilassare l’anima e lo spirito….. Un’immagine può per associazione ed analogia richiamare alla mente altri luoghi ed altri momenti della nostra vita, in cui ritroviamo sensazioni e suoni apparentemente perduti......Calendario di Gianfranco Angelico Benvenuto, un calendario già datato…. del 2003, sponsorizzato dall’INAIL per ricordare uno dei tanti incidenti sul lavoro, ma ancora attuale perché sul lavoro si muore ancora….come ricorda il presidente della repubblica Napolitano Un calendario per fissare i sogni…. Un calendario per ricordare una vita che non c’è più e per permettere che altre ci siano ancora.....Arte e bellezza….. “Honny soit qui mal y pense” In trasmissione abbiamo potuto ammirare il calendario e la presenza dal vivo della show girl Noelia Hernandez conduttrice ufficiale del carnevale di Cento, il carnevale d’Europa…..accanto al patron Ivano Manservisi…. E non meno bello il calendario di Silvia Pasin, delizia di “Dolce e amaro”....il miglior calendario della vostra vita? Un calendario per fissare le immagini più belle della vostra vita, e conservarle nel tempo e rivederle per rinnovarle ancora….. QUALE MESTIERE NON FARESTI MAI? Per scoprire qualcosa di nuovo di te devi fare qualcosa che non conosci….. forse l’ignoto ha questo fascino...Oppure se hai un mestiere che non ti piace cosa faresti per cambiare qualcosa del tuo mestiere che te lo renda piacevole…. sarebbe già un passo successivo…. una evoluzione…....A volte focalizziamo sul lavoro un problema che nasce da noi e che dentro di noi dovremmo risolvere…. Potremmo definirle situazioni di falso mobbing, situazioni in cui nessuno ci aggredisce, siamo noi che lo facciamo non accettando l’ambiente che ci circonda.....Diceva in una sua canzone Celentano “chi non lavora non fa l’amore” …....Chi non lavora e ha uno stipendio basso non fa l’amore……se la nostra società ti emargina dal lavoro ti emargina anche dalla tua vita privata….A volte la mente crea degli inganni ….delle generalizzazioni Forse conosciamo qualcosa ma non tutto sulle cose anche riguardo a quello che non faremmo mai…ogni mestiere può essere orribile o bellissimo dipende da come lo fai e dal contesto in cui lo vivi…....SICUREZZA STRADALE E PSICHE ....La pubblicità crea delle false associazioni ed analogie fino a divenire allucinazioni tra auto ed altre cose, che non c’entrano per nulla, voli pindarici, alla apparenza, che spingono allo strafare, alla esagerazione e al sottostimare gli ostacoli….. auto che volano, che si trasformano in mostri … auto che sfrecciano in strade vuote, come se i pedoni fossero un optional …..Si parla di manipolazioni, di ipnosi, di messaggi subliminali.....Il nostro inconscio ingloba tutto e lo ingloba senza saperlo, e, cosa grave, senza averne coscienza…. Gli amici di Luigi Tenco ricordavano che si sentiva ancora un po’ cow-boy o agente segreto quando il film finiva perché è tipico delle persone che vivono intensamente le emozioni continuare le emozioni stesse. Ma se tale emozione continua per molti in positivo per quanti più fragili e suggestionabili continua in negativo?.....il Presidente del Consiglio Provinciale di Bologna Maurizio Cevenini, l’assessore alla viabilità della Provincia di Bologna, il sindaco del comune di Budrio (BO) Hanno ricordato anche i numeri degli incidenti, numerosi quanto una guerra, ma non solo numeri…accanto a quelli… il risvolto umano delle famiglie….la comunicazione di quanto accaduto…. il dolore….l’invalidità…la morte…..Sempre di più “normale” è divenuto il fuggire dalle proprie responsabilità e l’omissione del soccorso. I riflessi etici comportamentali di massa non sono altro che il riflesso di quello individuale. Il fuggire dalle proprie responsabilità. Evitare il problema, frapponendo tra noi e il problema lo psicofarmaco o una droga... una fuga, comunque, dalla realtà.... il sottrarsi e il fuggire....dalla realtà... che, come ricorda il ministro Amato, sembra sia divenuta una emergenza nazionale... E' ARRIVATO IL CARNEVALE....La maschera ti toglie la maschera .....Con la maschera non ci travestiamo, forse lo facevamo prima quando ci illudevamo di non averla addosso. Per esorcizzare la nostra vita, i nostri stress le nostre paure, le nostre incertezze e timidezze possiamo scegliere quale maschera, non la più bella, ma quella che ci rappresenta meglio.....E’ difficile avere un coraggio che duri una vita, è possibile trovare il coraggio che duri un giorno….Il carnevale non terminare…. Fai orecchie da mercante, e continua a danzare.... Se vuoi ....puoi anche volare..... Mentre a Cento nello sfilare ti lasci coinvolgere dal carnevale….. E' arrivato il carnevale..... una buona ragione per a Cento andare.... Metterci la maschera per un giorno, per toglierci la maschera di ogni giorno..... In TV Su TELESANTERNO in "Dolce e amaro" Ore 13,15 Martedì 6 FEBBRAIO, Mercoledì 7 FEBBRAIO, Giovedì 8 Febbraio. Ore 23,15 Venerdì 9 Febbraio

Calendari e Psiche

Calendari …un tempo nati solo per scandire il tempo….Per molti è divenuto un veicolo commerciale, una promozione di ditte, di enti, anche benefici, di cui spesso il fine è la solidarietà, di industrie o di se stessi quando la pubblicità e l’immagine sono parte integrante del loro lavoro come per Raffaello Balzo uno dei protagonisti dell’isola dei famosi…. Una curiosità quando partecipai alla trasmissione in studio non potevo comunicarglielo direttamente che il calendario era uscito, per cui usammo un nostro codice….Immagine che non dovrebbe mai dimenticare il contenuto…. Calendari per rilassare l’anima e lo spirito….. Un’immagine può per associazione ed analogia richiamare alla mente altri luoghi ed altri momenti della nostra vita, in cui ritroviamo sensazioni e suoni apparentemente perduti……Calendario di Gianfranco Angelico Benvenuto, un calendario già datato…. del 2003, sponsorizzato dall’INAIL per ricordare uno dei tanti incidenti sul lavoro, ma ancora attuale perché sul lavoro si muore ancora….come ricorda il presidente della repubblica Napolitano Un calendario per fissare i sogni…. Un calendario per ricordare una vita che non c’è più e per permettere che altre ci siano ancora…..Arte e bellezza….. “Honny soit qui mal y pense” In trasmissione abbiamo potuto ammirare il calendario e la presenza dal vivo della show girl Noelia Hernandez conduttrice ufficiale del carnevale di Cento, il carnevale d’Europa…..accanto al patron Ivano Manservisi…. E non meno bello il calendario di Silvia Pasin, delizia di “Dolce e amaro”….il miglior calendario della vostra vita? Un calendario per fissare le immagini più belle della vostra vita, e conservarle nel tempo e rivederle per rinnovarle ancora…..

Su Telesanterno in “Dolce e amaro”Ore 13,15 Martedì 6 Febbraio , Mercoledì 7 febbraio, Giovedì 8 Febbraio .Ore 23,15 Venerdì 9 Febbraio

Quale Mestiere non fareste mai?

Per scoprire qualcosa di nuovo di te devi fare qualcosa che non conosci….. forse l’ignoto ha questo fascino…Oppure se hai un mestiere che non ti piace cosa faresti per cambiare qualcosa del tuo mestiere che te lo renda piacevole…. sarebbe già un passo successivo…. una evoluzione…….A volte focalizziamo sul lavoro un problema che nasce da noi e che dentro di noi dovremmo risolvere…. Potremmo definirle situazioni di falso mobbing, situazioni in cui nessuno ci aggredisce, siamo noi che lo facciamo non accettando l’ambiente che ci circonda…..Diceva in una sua canzone Celentano “chi non lavora non fa l’amore” …….Chi non lavora e ha uno stipendio basso non fa l’amore……se la nostra società ti emargina dal lavoro ti emargina anche dalla tua vita privata….A volte la mente crea degli inganni ….delle generalizzazioni Forse conosciamo qualcosa ma non tutto sulle cose anche riguardo a quello che non faremmo mai…ogni mestiere può essere orribile o bellissimo dipende da come lo fai e dal contesto in cui lo vivi…….

Sicurezza stradale e psiche

La pubblicità crea delle false associazioni ed analogie fino a divenire allucinazioni tra auto ed altre cose, che non c’entrano per nulla, voli pindarici, alla apparenza, che spingono allo strafare, alla esagerazione e al sottostimare gli ostacoli….. auto che volano, che si trasformano in mostri … auto che sfrecciano in strade vuote, come se i pedoni fossero un optional …..Si parla di manipolazioni, di ipnosi, di messaggi subliminali…..Il nostro inconscio ingloba tutto e lo ingloba senza saperlo, e, cosa grave, senza averne coscienza…. Gli amici di Luigi Tenco ricordavano che si sentiva ancora un po’ cow-boy o agente segreto quando il film finiva perché è tipico delle persone che vivono intensamente le emozioni continuare le emozioni stesse. Ma se tale emozione continua per molti in positivo per quanti più fragili e suggestionabili continua in negativo?…..il Presidente del Consiglio Provinciale di Bologna Maurizio Cevenini, l’assessore alla viabilità della Provincia di Bologna, il sindaco del comune di Budrio (BO) Hanno ricordato anche i numeri degli incidenti, numerosi quanto una guerra, ma non solo numeri…accanto a quelli… il risvolto umano delle famiglie….la comunicazione di quanto accaduto…. il dolore….l’invalidità…la morte…..Sempre di più “normale” è divenuto il fuggire dalle proprie responsabilità e l’omissione del soccorso. I riflessi etici comportamentali di massa non sono altro che il riflesso di quello individuale. Il fuggire dalle proprie responsabilità. Evitare il problema, frapponendo tra noi e il problema lo psicofarmaco o una droga… una fuga, comunque, dalla realtà…. il sottrarsi e il fuggire….dalla realtà… che, come ricorda il ministro Amato, sembra sia divenuta una emergenza nazionale…

E’ arrivato il canevale

La maschera ti toglie la maschera …..Con la maschera non ci travestiamo, forse lo facevamo prima quando ci illudevamo di non averla addosso. Per esorcizzare la nostra vita, i nostri stress le nostre paure, le nostre incertezze e timidezze possiamo scegliere quale maschera, non la più bella, ma quella che ci rappresenta meglio…..E’ difficile avere un coraggio che duri una vita, è possibile trovare il coraggio che duri un giorno….Il carnevale non terminare…. Fai orecchie da mercante, e continua a danzare…. Se vuoi ….puoi anche volare….. Mentre a Cento nello sfilare ti lasci coinvolgere dal carnevale….. E’ arrivato il carnevale….. una buona ragione per a Cento andare…. Metterci la maschera per un giorno, per toglierci la maschera di ogni giorno

Un professore coi tacchi a spillo

Cosa ci azzecca un simbolo di seduzione femminile con un professore maschio di 55 anni?…..a noi piace pensare ad una scommessa, per dimostrare qualcosa… un gioco innocuo, su cui è eccessivo soffermarci….. Un mettersi la maschera per un giorno solo…. un carnevale privato, il cui significato doveva rimanere nascosto, e così sarebbe rimasto se non ci fosse il cellulare che può riprendere video e fissare le immagini degli eventi…..Sulle immagini rubate, che rubano attimi belli e brutti, per metterle poi nella gogna mediatica…..Gli studenti ne hanno compreso il senso più che gli adulti, hanno riso e battuto le mani….qualcuno ha fischiato…..per gli adulti è più importante soffermarsi su queste stupidate, per allontanare il toccare con mano di altri problemi, di cui gli stessi adulti sono vittime…. la lingua non batte dove il dente duole….. La normalità è meschina… è far pipì e cacca…. è alzarsi al mattino con la voglia di restare ancora a letto… è aver fame…. è il mutuo da pagare…. un capoufficio da sopportare…. l’autobus e il metrò affollati…. se non spingi resti indietro e arrivi in ritardo….. è una giornata di sole in cui vorresti andare al mare e non lavorare…. in cui vorresti fare l’amore, ma scopri di non avere alcun amore……..la normalità è noiosa e non fa spettacolo….. C’è una apparente inutilità e banalità nella normalità….. La vita deve essere un qualcosa di più di questa banalità…. ci rappresenta molto di più….. una improbabile lap dance fatta nel metrò…. una donna sempre vogliosa che sembra che non aspetti altro dalla vita se non soddisfare tutte le “nostre” voglie….. un insegnante maschio coi tacchi a spillo…. Un trans che non sa se fare la pipì nel gabinetto dei maschietti e o delle femminucce…. fatti privati divenuti pubbliche virtù…. che alimentano dibattiti e talk show…..

Le categorie della guida