Questo sito contribuisce alla audience di

Il dolce del bacio e l'amaro del ricordo

IL BACIO UNA COMUNICAZIONE SENSORIALE PURA NON VERBALE .....È una comunicazione non verbale una comunicazione sensoriale pura Un Contatto fisico Implica l’accettazione e la condivisione di quel contatto Può esprimere rispetto, stima in certe sue accezioni…. Può avvenire per formalità, rito, appartenenza…. Affetto Intimità comunque Amore La parola può accompagnare ed essere essa stessa bacio oppure il bacio si può esprimere anche senza parole e diviene una comunicazione non verbale…Col bacio scegliamo di vivere quella realtà solo dal punto di vista fisico sensoriale, muti di parole e di suoni, cechi di immagini….. È un modo di entrare in rapport....Dove sono i gesti dell'Amore? Perchè non mi baci.... mi prendi il corpo e non mi dai il tuo cuore... Forse è così che termina l'amore... A volte un bacio resta dovè sulla penna.... per un inchiostro che non scrive per un sogno che non vuole partire....Su Telesanterno al Martedi, Mercoledì, Giovedì ore 13,15 al Venerdì ore 23,15 ......CHI TROVA UN TESORO TROVA UN AMICO? .....sei tu artefice del tuo destino….sei tu artefice del tuo tesoro….che puoi condividere a fare divenire ancora più grande…. un angelo può cadere dal cielo tra le tue braccia, starà in te, decidere se strappargli le ali o volare insieme a lui….....CALCIO E VITA MODELLI VIOLENTI E MODELLI DELLA MODERAZIONE....Dice la vedova dell’ispettore Raciti, con parole di moderazione, malgrado gli eventi “La sportività è una cosa bella la violenza no” E' la sportività che ci ha fatto vincere i mondiali..... Forse è la prima volta che la grande macchina dello spettacolo si ferma per un momento di raccoglimento e per fare il punto sul futuro, ma non è solo calcio…… L’intera società sembra pervasa .....la gente per la prima volta ha sentito la morte di quel poliziotto, come la morte di un uomo. Non so perché questo è accaduto ma per fortuna che cose così cominciano ad accadere…..perché i giovani? I giovani sono sicuramente figli di qualcuno e prendono esempio dagli adulti, i modelli degli adulti, coinvolgono le società, i giocatori, le tifoserie….i giornalisti, i dibattiti televisivi sullo sport, occorre fare un passo indietro, rivedere i modi della comunicazione, del linguaggio usato, del vittimismo durante le partite, delle esagerazioni, delle offese, dello scontro divenuto modello di comportamento, lo scontro, le minacce, le offese che fanno audience e chi le innesca non solo non viene allontanato ma viene richiamato perché aumenta gli ascolti…….Ma "quell’ascolto" non viene ascoltato, recepito e visto solo da persone mature e che comprendono la differenza del vero dal falso, ma da tutti, da ragazzi che prendono quanto viene detto per oro colato, un offesa alla propria squadra viene introiettato …..e riesplode la domenica dopo contro la squadra avversaria ….La tifoseria estrema che si muove a branco, intruppata come una antica legione romana, schierata …… per proteggersi anche, per creare una autodisciplina di gruppo ed interiore, non è male questo, ci sono tifoserie in cui i giovani hanno trovato uno scopo ed un riferimento, non è male questo….anzi la tifoseria può avere un senso di aggregazione sociale, che supplisce al disastro di molte famiglie, fin qui è sport ma come a ripetere all’infinito le parole della vedova, la sportività è una cosa bella la violenza no……..Mike Buongiorno “ bisogna reimparare a volersi bene” Volerci e volersi bene perché gli altri sono il nostro specchio .....La metafora del fare….Vincerà chi avrà più fame…. vincerà chi avrà riportato il calcio a festa di popolo allo spettacolo e al gioco…. Perché non riempire gli stadi ( a norma) di bambini, fatti entrare gratuitamente? Ridateci il calcio….il gioco è di tutti….......su Telesanterno "Ma che calcio vuoi?" .....CALENDARI E PSICHE....Calendari …un tempo nati solo per scandire il tempo….Per molti è divenuto un veicolo commerciale, una promozione di ditte, di enti, anche benefici, di cui spesso il fine è la solidarietà, di industrie o di se stessi quando la pubblicità e l’immagine sono parte integrante del loro lavoro come per Raffaello Balzo uno dei protagonisti dell’isola dei famosi…. Immagine che non dovrebbe mai dimenticare il contenuto…. ...Calendario di Gianfranco Angelico Benvenuto, un calendario già datato…. del 2003, sponsorizzato dall’INAIL per ricordare uno dei tanti incidenti sul lavoro, ma ancora attuale perché sul lavoro si muore ancora….come ricorda il presidente della repubblica Napolitano Un calendario per fissare i sogni…. Un calendario per ricordare una vita che non c’è più e per permettere che altre ci siano ancora.....Arte e bellezza….. “Honny soit qui mal y pense” In trasmissione abbiamo potuto ammirare il calendario e la presenza dal vivo della show girl Noelia Hernandez conduttrice ufficiale del carnevale di Cento, il carnevale d’Europa…..E non meno bello il calendario di Silvia Pasin, delizia di “Dolce e amaro”....il miglior calendario della vostra vita? Un calendario per fissare le immagini più belle della vostra vita, e conservarle nel tempo e rivederle per rinnovarle ancora….. MI RITORNI IN MENTE....Mi ritorni in mente bella come sei forse ancor di più mi ritorni in mente dolce come mai come non sei....Ma c’è qualcosa che non scordo c’è qualcosa che non scordo che non scordo .....Io vedo attraverso gli occhi del ricordo. Mi avvolgo nella spirale del mio io. E se il mio io è pieno di dolore mi nutrirò ed amplificherò quel dolore......NON SI è MAI SOLI QUANDO QUALCUNO SE NE anDATO MA SOLO QUANDO NESSUNO è MAI VENUTO NELLa NOSTRA VITA …..Su Telesanterno al Martedi, Mercoledì, Giovedì ore 13,15 al Venerdì ore 23,15

Il Bacio Una comunicazione sensoriale pura non verbale

 

È una comunicazione non verbale Comunicazione sensoriale pura Un Contatto fisico Implica l’accettazione e la partecipazione…la condivisione di quel contatto Può esprimere rispetto, stima in certe sue accezioni…. Può avvenire per formalità, rito, appartenenza…. Affetto Intimità comunque Amore La parola può accompagnare ed essere essa stessa bacio oppure il bacio si può esprimere anche senza parole e diviene una comunicazione non verbale, ceco della vista ad occhi chiusi, muto di parole, solo sensazione di contatto: il bacio Col bacio scegliamo di vivere quella realtà solo dal punto di vista fisico sensoriale, muti di parole e di suoni, cechi di immagini….. C’è un tempo di parole ed un tempo di baci….È un modo di entrare in rapport….Dove sono i gesti dell’Amore? Perchè non mi baci…. mi prendi il corpo e non mi dai il tuo cuore… Forse è così che termina l’amore… il mio corpo può aspettare….. continuami a baciare…..A volte un bacio resta dovè sulla penna…. per un inchiostro che non scrive per un sogno che non vuole partire….Su Telesanterno al Martedi, Mercoledì, Giovedì ore 13,15 al Venerdì ore 23,15

Chi trova un tesoro trova un amico?

 

sei tu artefice del tuo destino….sei tu artefice del tuo tesoro….che puoi condividere a fare divenire ancora più grande…. un angelo può cadere dal cielo tra le tue braccia, starà in te, decidere se strappargli le ali o volare insieme a lui……..Su Telesanterno al Martedi, Mercoledì, Giovedì ore 13,15 al Venerdì ore 23,15

 

Calcio e  Vita Modelli violenti e modelli della moderazione

 

Dice la vedova dell’ispettore Raciti, con parole di moderazione, malgrado gli eventi “La sportività è una cosa bella la violenza no” E’ la sportività che ci ha fatto vincere i mondiali….. Forse è la prima volta che la grande macchina dello spettacolo si ferma per un momento di raccoglimento e per fare il punto sul futuro, ma non è solo calcio…… L’intera società sembra pervasa …..la gente per la prima volta ha sentito la morte di quel poliziotto, non come la morte di uno sbirro ma come la morte di un uomo. Non so perché questo è accaduto ma per fortuna che cose così cominciano ad accadere…..perché i giovani? I giovani sono sicuramente figli di qualcuno e prendono esempio dagli adulti, i modelli degli adulti, coinvolgono le società, i giocatori, le tifoserie….i giornalisti, i dibattiti televisivi sullo sport, occorre fare un passo indietro, rivedere i modi della comunicazione, del linguaggio usato, del vittimismo durante le partite, delle esagerazioni, delle offese, dello scontro divenuto modello di comportamento, lo scontro, le minacce, le offese che fanno audience e chi le innesca non solo non viene allontanato ma viene richiamato perché aumenta gli ascolti…….Ma “quell’ascolto” non viene ascoltato, recepito e visto solo da persone mature e che comprendono la differenza del vero dal falso, ma da tutti, da ragazzi che prendono quanto viene detto per oro colato, un offesa alla propria squadra viene introiettato …..e riesplode la domenica dopo contro la squadra avversaria ….La tifoseria estrema che si muove a branco, intruppata come una antica legione romana, schierata …… per proteggersi anche, per creare una autodisciplina di gruppo ed interiore, non è male questo, ci sono tifoserie in cui i giovani hanno trovato uno scopo ed un riferimento, non è male questo….anzi la tifoseria può avere un senso di aggregazione sociale, che supplisce al disastro di molte famiglie, fin qui è sport ma come a ripetere all’infinito le parole della vedova, la sportività è una cosa bella la violenza no……..Mike Buongiorno “ bisogna reimparare a volersi bene” Volerci e volersi bene perché gli altri sono il nostro specchio La fuori ci sono ragazzi non sono entità amorfe ma sono i nostri figli nipoti o figlie nipoti di qualcun altro ma non dobbiamo mai dimenticare che figli e nipoti non sono solo tifosi ma anche i poliziotti e i carabinieri …bisogna disarmarli dentro, mentalmente, i violenti affinché gli altri e i diversi da te non siano visti come avversari…..Se sei per strada e ti vedi venire incontro delle persone col passamontagna cosa senti, cosa pensi…? Pensi al peggio…hai paura qualcosa di spiacevole accadrà….Quando il pubblico vede queste “maschere” già si angoscia intuendo che qualcosa accadrà…..bisogna togliere questa angoscia….ai tifosi, agli spettatori, alla gente per strada…. La violenza nasce non da una singola azione ma da un insieme di cause che si sommano tra loro in percentuali diverse…..La metafora del fare….Vincerà chi avrà più fame…. vincerà chi avrà riportato il calcio a festa di popolo allo spettacolo e al gioco…. Perché non riempire gli stadi ( a norma) di bambini, fatti entrare gratuitamente? Ridateci il calcio….il gioco è di tutti……….su Telesanterno “Ma che calcio vuoi?”

Calendari e Psiche

Calendari …un tempo nati solo per scandire il tempo….Per molti è divenuto un veicolo commerciale, una promozione di ditte, di enti, anche benefici, di cui spesso il fine è la solidarietà, di industrie o di se stessi quando la pubblicità e l’immagine sono parte integrante del loro lavoro come per Raffaello Balzo uno dei protagonisti dell’isola dei famosi…. Una curiosità quando partecipai alla trasmissione in studio non potevo comunicarglielo direttamente che il calendario era uscito, per cui usammo un nostro codice….Immagine che non dovrebbe mai dimenticare il contenuto…. Calendari per rilassare l’anima e lo spirito….. Un’immagine può per associazione ed analogia richiamare alla mente altri luoghi ed altri momenti della nostra vita, in cui ritroviamo sensazioni e suoni apparentemente perduti……Calendario di Gianfranco Angelico Benvenuto, un calendario già datato…. del 2003, sponsorizzato dall’INAIL per ricordare uno dei tanti incidenti sul lavoro, ma ancora attuale perché sul lavoro si muore ancora….come ricorda il presidente della repubblica Napolitano Un calendario per fissare i sogni…. Un calendario per ricordare una vita che non c’è più e per permettere che altre ci siano ancora…..Arte e bellezza….. “Honny soit qui mal y pense” In trasmissione abbiamo potuto ammirare il calendario e la presenza dal vivo della show girl Noelia Hernandez conduttrice ufficiale del carnevale di Cento, il carnevale d’Europa…..accanto al patron Ivano Manservisi…. E non meno bello il calendario di Silvia Pasin, delizia di “Dolce e amaro”….il miglior calendario della vostra vita? Un calendario per fissare le immagini più belle della vostra vita, e conservarle nel tempo e rivederle per rinnovarle ancora…..

 

Mi ritorni in mente

Mi ritorni in mente bella come sei forse ancor di più mi ritorni in mente dolce come mai come non sei….Ma c’è qualcosa che non scordo c’è qualcosa che non scordo che non scordo …..Io vedo attraverso gli occhi del ricordo. Mi avvolgo nella spirale del mio io. E se il mio io è pieno di dolore mi nutrirò ed amplificherò quel dolore……NON SI è MAI SOLI QUANDO QUALCUNO SE NE anDATO MA SOLO QUANDO NESSUNO è MAI VENUTO NELLa NOSTRA VITA …..Su Telesanterno al Martedi, Mercoledì, Giovedì ore 13,15 al Venerdì ore 23,15

Le categorie della guida