Questo sito contribuisce alla audience di

Amaro come la vita Dolce come l'amore

TRASH.....IL CATTIVO GUSTO ....L'UOMO E' SOLO UN INDICE DI ASCOLTO?....Il cattivo gusto…. È un modo di dire ma anche un modo di essere…. ci fa apprezzare il bello che poi viene dopo….come il dolce che segue all’amaro….. Come la malattia che ci fa apprezzare l’importanza della salute…....l’uomo non può essere ridotto ad indice di ascolto…l’uomo ha il diritto ed il dovere ad altre valorizzazioni….. Stupire per stupire….senza pensare agli altri ed alle conseguenze dei propri gesti è di cattivo gusto…. Urlare per farsi ascoltare per coprire chi parla piano è di cattivo gusto….Cattivo gusto è usare doppi legami, una grande risorsa della comunicazione sprecata per apparire e per mettere a disagio gli altri, ti mettono in bocca le parole, se le ripeti sei stupido perché non hai niente di tuo da dire…..se non le ripeti vieni contestato…. Sei contestato comunque sia se sei d’accordo sia se non lo sei….. Il doppio legame dovrebbe essere proibito in quell’uso….perché è una manipolazione del pensiero……Cattivo gusto è parlare di un evento che si ripete e continua da anni e limitarsi solo alle parole perché quell’evento continua a succedere ancora….Darfur….Sahara...Amaro come la vita...Dolce come l'amore...Soave come la morte...se una donna giunge a considerare la morte come “soave” vuol dire che ne ha patite tante….ed allora merita il rispetto della parola…..Cattivo gusto è tollerare che bambini ragazzi vivano per strada, nelle fogne e nelle discariche annusando colla per dimenticare la loro condizione…..L’intervistatore fa indicare con la manina ad un bambino quanti israeliani ha ucciso la loro mamma….il bambino è indeciso ….non sa bene….poi alza la manina…..5 sono le dita…. Quel bambino non doveva imparare a contare così…..e poi un uomo non si conta ....Preferiamo ricordare altri uomini….che cercano di tenere alto il livello degli uomini invece di abbassarlo…..altri intervistati….. Lo zio: «Non importa a chi vanno gli organi di Ahmed: a un ebreo, a un druso o a un musulmano. Un bambino è un bambino. Quel che importa è che si smetta d’ammazzarli, i bambini». Quando hanno ammazzato Ahmed Ismail al Khatib, dodicenne di Jenin, era giovedì. Festa di Eid al-Fitr, fine Ramadan.....Su Telesanterno in "Dolce e amaro"al Martedi, Mercoledì, Giovedì ore 13,15 al Venerdì ore 23,15.... in replica alla notte ore 01,15..... MOLTI NEMICI MOLTA SOLITUDINE .....È la frase di un guerriero….di un vikingo come Milton Erickson…..È una frase di solitudine comunque, come se traesse energia positiva dalla energia negativa altrui….. Mi batto contro qualcosa più grande di me che mi sovrasta ma che comunque non temo….connotazione positiva della frase….Ma non si può essere sempre guerrieri a volte si è fragili indifesi e stanchi….Metafora della forza e allo stesso tempo della nostra debolezza, siamo dentro il castello, potetti da alte mura, a difenderci da tutto e da tutti, ma dentro quel castello siamo prigionieri di noi stessi….nessuno può entrare ma nessuno di noi può uscire….FASCINATION....PRENDIMI CON GLI OCCHI....La fascinazione positiva....mi cattura che mi prende che focalizza la mia attenzione che mi spiazza che occupa la mia mente e che la sottende come corda tesa in quella direzione….una donna, un uomo, un profumo, un tramonto ….fascinazione “nostro malgrado” che subiamo solo apparentemente ma che in realtà rivela pulsioni inconsce profonde…..fascinazione negativa…. Il male, la droga, l’uso smodato dell’alcool del fumo, il baratro, l’altezza, il vuoto, il nulla, un pensiero ricorrente, un vortice nella mente ....La Fascinazione in ipnosi status in cui il soggetto è catturato dagli occhi dell’ipnotista e segue ogni suo movimento, è una focalizzazione della attenzione, che superando il principio del pendolo, o della sorgente luminosa, diviene una focalizzazione animata, perché gli occhi ne sono il suo specchio….. Stati simili di fascinazione si producono e sono ricercati dai manipolatori della mente alla tv …Rapina alla banca con l’ipnosi…. L’ipnosi non verbale...... TI ODIO AMORE MIO...IL PARADOSSO DELL'AMORE....È un paradosso….è uno spiazzamento che colpisce la parte emotiva....è la coscienza di questa dipendenza che ti porta a questa conclusione….perché ti spaventa….ti senti nudo…. Amore non condiviso…..respinto…..quando penso che avrei diritto a quell’amore… Ti odio amore mio….scomponendo la frase….forse il problema sta in quel mio, in quel possesso, in quel bisogno....Nell’amore si relazionano due entità ....due ricchezze emozionali che si sommano per creare una ricchezza ancora più grande….nessun amore è completamente nostro e se lo è lo è solo in parte, quel mio quel possesso diviene nel tempo la negazione dell’amore, della sua condivisione, della sua evoluzione….perché a volte la fine di un amore è l’inizio di una amore ancora più grande....IL DIAVOLO E' DONNA?....Se il diavolo è donna, essendo donna anche nostra madre, noi saremmo tutti figli del diavolo, io rifiuto questo ruolo….perché non mi rappresenta….il diavolo non è donna come non è strega chi arde sul rogo…sono iconografie del passato, modi di dire, superstizioni, generalizzazioni, concetti negativi che implicitamente nascondono giudizi, ghettizzazioni…. Il diavolo è donna…. è un concetto pericoloso perché la identifica nel male, ed il male è un qualcosa che dobbiamo eliminare, un male di cui ci dobbiamo liberare quando ha smesso di sedurci, un male che possiamo lapidare per farlo cessare…

Trash L’uomo è solo un indice di ascolto?

Il cattivo gusto…. È un modo di dire ma anche un modo di essere…. ci fa apprezzare il bello che poi viene dopo….come il dolce che segue all’amaro….. Come la malattia che ci fa apprezzare l’importanza della salute…….l’uomo non può essere ridotto ad indice di ascolto…l’uomo ha il diritto ed il dovere ad altre valorizzazioni….. Stupire per stupire….senza pensare agli altri ed alle conseguenze dei propri gesti è di cattivo gusto…. Urlare per farsi ascoltare per coprire chi parla piano è di cattivo gusto….Cattivo gusto è usare doppi legami, una grande risorsa della comunicazione sprecata per apparire e per mettere a disagio gli altri, ti mettono in bocca le parole, se le ripeti sei stupido perché non hai niente di tuo da dire…..se non le ripeti vieni contestato…. Sei contestato comunque sia se sei d’accordo sia se non lo sei….. Il doppio legame dovrebbe essere proibito in quell’uso….perché è una manipolazione del pensiero……Cattivo gusto è parlare di un evento che si ripete e continua da anni e limitarsi solo alle parole perché quell’evento continua a succedere ancora….Darfur….Sahara…Amaro come la vita…Dolce come l’amore…Soave come la morte…se una donna giunge a considerare la morte come “soave” vuol dire che ne ha patite tante….ed allora merita il rispetto della parola…..Cattivo gusto è tollerare che bambini ragazzi vivano per strada, nelle fogne e nelle discariche annusando colla per dimenticare la loro condizione…..L’intervistatore fa indicare con la manina ad un bambino quanti israeliani ha ucciso la loro mamma….il bambino è indeciso ….non sa bene….poi alza la manina…..5 sono le dita…. Quel bambino non doveva imparare a contare così…..e poi un uomo non si conta ….Preferiamo ricordare altri uomini….che cercano di tenere alto il livello degli uomini invece di abbassarlo…..altri intervistati….. Lo zio: «Non importa a chi vanno gli organi di Ahmed: a un ebreo, a un druso o a un musulmano. Un bambino è un bambino. Quel che importa è che si smetta d’ammazzarli, i bambini». Quando hanno ammazzato Ahmed Ismail al Khatib, dodicenne di Jenin, era giovedì. Festa di Eid al-Fitr, fine Ramadan…..Su Telesanterno in “Dolce e amaro”al Martedi, Mercoledì, Giovedì ore 13,15 al Venerdì ore 23,15…. in replica alla notte ore 01,15…..

Molti nemici….molta solitudine

È la frase di un guerriero….di un vikingo come Milton Erickson…..È una frase di solitudine comunque, come se traesse energia positiva dalla energia negativa altrui….. Mi batto contro qualcosa più grande di me che mi sovrasta ma che comunque non temo….connotazione positiva della frase….Ma non si può essere sempre guerrieri a volte si è fragili indifesi e stanchi….Metafora della forza e allo stesso tempo della nostra debolezza, siamo dentro il castello, potetti da alte mura, a difenderci da tutto e da tutti, ma dentro quel castello siamo prigionieri di noi stessi….nessuno può entrare ma nessuno di noi può uscire….Su Telesanterno in “Dolce e amaro”al Martedi, Mercoledì, Giovedì ore 13,15 al Venerdì ore 23,15…. in replica alla notte ore 01,15…..

Fascination ….Prendimi con gli occhi….

La fascinazione positiva….mi cattura che mi prende che focalizza la mia attenzione che mi spiazza che occupa la mia mente e che la sottende come corda tesa in quella direzione….una donna, un uomo, un profumo, un tramonto ….fascinazione “nostro malgrado” che subiamo solo apparentemente ma che in realtà rivela pulsioni inconsce profonde…..fascinazione negativa…. Il male, la droga, l’uso smodato dell’alcool del fumo, il baratro, l’altezza, il vuoto, il nulla, un pensiero ricorrente, un vortice nella mente ….La Fascinazione in ipnosi status in cui il soggetto è catturato dagli occhi dell’ipnotista e segue ogni suo movimento, è una focalizzazione della attenzione, che superando il principio del pendolo, o della sorgente luminosa, diviene una focalizzazione animata, perché gli occhi ne sono il suo specchio….. Stati simili di fascinazione si producono e sono ricercati dai manipolatori della mente alla tv …Rapina alla banca con l’ipnosi…. L’ipnosi non verbale……

Ti odio amore mio…Il paradosso dell’Amore

È un paradosso….è uno spiazzamento che colpisce la parte emotiva….è la coscienza di questa dipendenza che ti porta a questa conclusione….perché ti spaventa….ti senti nudo…. Amore non condiviso…..respinto…..quando penso che avrei diritto a quell’amore… Ti odio amore mio….scomponendo la frase….forse il problema sta in quel mio, in quel possesso, in quel bisogno….Nell’amore si relazionano due entità ….due ricchezze emozionali che si sommano per creare una ricchezza ancora più grande….nessun amore è completamente nostro e se lo è lo è solo in parte, quel mio quel possesso diviene nel tempo la negazione dell’amore, della sua condivisione, della sua evoluzione….perché a volte la fine di un amore è l’inizio di una amore ancora più grande….

Il diavolo è donna?

Se il diavolo è donna, essendo donna anche nostra madre, noi saremmo tutti figli del diavolo, io rifiuto questo ruolo….perché non mi rappresenta….il diavolo non è donna come non è strega chi arde sul rogo…sono iconografie del passato, modi di dire, superstizioni, generalizzazioni, concetti negativi che implicitamente nascondono giudizi, ghettizzazioni…. Il diavolo è donna…. è un concetto pericoloso perché la identifica nel male, ed il male è un qualcosa che dobbiamo eliminare, un male di cui ci dobbiamo liberare quando ha smesso di sedurci, un male che possiamo lapidare per farlo cessare…

L’amore e’ una fregatura?

è una fregatura per chi non ha mai amato….Amore è una fregatura? Dipende dalle aspettative …L’amore non è un contenitore la scatola magica in cui si realizzano tutte le tue esigenze e le tue voglie…..L’amore e’ una opportunita’….. Antidoto alla solitudine e alla depressione alla lontananza e alla disperazione…. Amore e’ consapevolezza….È un pieno che prende il posto del vuoto… terapeutico ti proietta verso il futuro, ti schioda dal passato, ti riempie il tuo presente…..e’ la filosofia de fare…. Non e’ una fregatura l’amore…. e neppure la fine di un amore…… perche’ si resta da soli solo quando nessuno e’ mai entrato nella nostra vita….. In un solo caso forse lo e’….. Quando si ama con intensità diverse….Su Telesanterno in “Dolce e amaro”al Martedi, Mercoledì, Giovedì ore 13,15 al Venerdì ore 23,15….

Nomen homen….cambiare il destino

il cambiare un nome, cambiare una etichetta con la quale finora ti conoscevi e ti conoscevano può significare l’inizio di un grande cambiamento. Il nome quasi un nuovo battesimo ti codifica una nuova vita a cui tutti hanno diritto anche chi nasce col nome….con un destino avverso…..

Chi trova un tesoro trova un amico?

sei tu artefice del tuo destino….sei tu artefice del tuo tesoro….che puoi condividere a fare divenire ancora più grande…. un angelo può cadere dal cielo tra le tue braccia, starà in te, decidere se strappargli le ali o volare insieme a lui……..

Calcio e Vita Modelli violenti e modelli della moderazione

Dice la vedova dell’ispettore Raciti…“La sportività è una cosa bella la violenza no” E’ la sportività che ci ha fatto vincere i mondiali….. Forse è la prima volta che la grande macchina dello spettacolo si ferma per un momento di raccoglimento e per fare il punto sul futuro, ma non è solo calcio…… la gente per la prima volta ha sentito la morte di quel poliziotto….come la morte di un uomo. Non so perché questo è accaduto ma per fortuna che cose così cominciano ad accadere…..perché i giovani? I giovani sono sicuramente figli di qualcuno e prendono esempio dagli adulti, i modelli degli adulti, coinvolgono le società, i giocatori, le tifoserie….i giornalisti, i dibattiti televisivi sullo sport, occorre fare un passo indietro, rivedere i modi della comunicazione, del linguaggio usato, del vittimismo …delle esagerazioni, dello scontro divenuto modello di comportamento, le minacce, le offese che fanno audience e chi le innesca non solo non viene allontanato ma viene richiamato perché aumenta gli ascolti…….Ma “quel messaggio”… ricade su ragazzi che prendono quanto viene detto per oro colato, un offesa alla propria squadra viene introiettato …..e riesplode la domenica dopo contro la squadra avversaria ….La tifoseria estrema che si muove a branco, intruppata come una antica legione romana…… per proteggersi anche, per creare una autodisciplina di gruppo ed interiore, non è male questo, ci sono tifoserie in cui i giovani hanno trovato uno scopo ed un riferimento, non è male questo….anzi la tifoseria può avere un senso di aggregazione sociale, che supplisce al disastro di molte famiglie……..Mike Buongiorno “ bisogna reimparare a volersi bene” Volerci e volersi bene perché gli altri sono il nostro specchio …bisogna disarmarli dentro, mentalmente, i violenti affinché gli altri e i diversi da te non siano visti come avversari…..La metafora del fare….Vincerà chi avrà più fame…. vincerà chi avrà riportato il calcio a festa di popolo allo spettacolo e al gioco….

Le categorie della guida