Questo sito contribuisce alla audience di

Psicoterapia della memoria.... A Budapest una statua a Perlasca

Targhe di qui e targhe di là..... enti di qui ed enti di là....spesso inutili e di autocelebrazione, come spesso Report.. la bella trasmissione di rai tre ricorda.... finalmente una cosa piacevole....che Ciampi gradirebbe e non invisa certo al nostro presidente galantuomo Napolitano..... un omaggio ad un giusto a quella positività che oramai ad una tv e ad una stampa sempre piena di scoop e di mostri in prima pagina , veri o falsi non importa.... il modello del basta che se ne sparli..... Paradossali nella morale che fanno all'uomo comune accusato di mettersi in mostra quando loro sono sempre la prima vetrina.... finalmente una positività che si fissa su un busto, un targa, un ricordo..... un paese reale, una base della piramide che ricorda sempre più lontana dal vertice che scorda.....

1 giugno 2007

A Budapest, nella città che vide nell’inverno del 1944-1945 la straordinaria impresa di Giorgio Perlasca che inventandosi il ruolo di Console spagnolo lui che non era nè spagnolo nè diplomatico riusci a salvare oltre 5200 ungheresi di religione ebraica, verrà inaugurata una statua a lui dedicata                             alle ore 11.00  all’Istituto Italiano di Cultura di Budapest
                         1088 Budapest
                          Bródy S. u. 8.
                    Tel. +36 (1) 483 2040
                    Fax. +36 (1) 317 6653
La statua verrà poi collocata nella piazza adiacente all’Istituto di Cultura.

in allegato foto della statua prima della fusione (opera dello scultore padovano G. Cudin)

 

Targhe di qui e targhe di là…..

enti di qui ed enti di là….spesso inutili e di autocelebrazione, come spesso Report..

la bella trasmissione di rai tre ricorda….

finalmente una cosa piacevole….che Ciampi gradirebbe e non invisa certo al nostro presidente galantuomo Napolitano…..

un omaggio ad un giusto a quella positività che oramai ad una tv e ad una stampa sempre piena di scoop e di mostri in prima pagina , veri o falsi non importa….

il modello del basta che se ne sparli…..

Paradossali nella morale che fanno all’uomo comune accusato di mettersi in mostra quando loro sono sempre la prima vetrina….

finalmente una positività che si fissa su un busto, un targa, un ricordo…..

a Giorgio Perlasca….un eroe comune….

un  paese reale,

una base della piramide  che ricorda sempre più lontana dal vertice che  scorda…..

 

Copyright © 2004-2007 [Gilberto Gamberini]. Tutti i diritti riservati.

Le categorie della guida