Questo sito contribuisce alla audience di

Questo amore così violento.

L’ideologia è il possesso dell’altro, l’amarlo ti giustifica questo diritto, in realtà, è l’altro che ti concede di essere amato, posseduto, e quando l’altro non ti ama più, ti ritira questa concessione.....non facciamoci violentare…. Se non per piccoli e condivisi baci…. Su Telesanterno TV dal lunedì al venerdì alle 13,00 Replica notturna alle 01,15 Dall' Ottobre 2007 a Maggio 2008

Questo amore così violento.

 

 

Potremmo distinguere le due parole,

per evitare che amore diventi sinonimo e parte in un qualche modo della violenza

e viceversa

che si possa cogliere nella violenza una forma di amore.

 

 

Noo… la violenza è sempre

intolleranza dei desideri e dei voleri dell’altro,

ed esprime l’idea,

l’ideologia che l’altro non si possegga,

ma lo si possegga.

 

 

 

“Se mi lasci ti distruggo.”

 

 

E’ la premessa ideologica,

l’idea che sta a monte

che giustifica la frase.

 

 

Se accetto l’ideologia divengo una vittima predestinata e sacrificale,

se non l’accetto ritorno ad essere libero/a.

 

 

 

L’ideologia è il possesso dell’altro,

l’amarlo ti giustifica questo diritto,

in realtà, è l’altro che ti concede di essere amato,

posseduto,

e quando l’altro non ti ama più,

ti ritira questa concessione.

 

 

Il possesso può riguardare coloro che si amano,

ma non solo,

anche i genitori, madri e padri possono divenire spietati aguzzini

quando vengono lasciati,

quando la loro creatura cammina con le proprie “gambine.”

 

 

È la difficoltà dell’amore,

non la sua serenità,

che induce questa degenerazione dell’amore.

 

 

L’indipendenza dell’amato

o del figlio, o del famigliare, 

diviene intollerabile.

 

 

Non fatevi mai distruggere da nessuno,

non chiedetevi se lo fa per amore o per odio,

fuggite, ribellatevi, lasciatelo….

è solo una palla al piede, prigionieri/e a vita.

 

 

Sono altri i gesti che fanno parte dell’amore….
bene ha fatto il papa a sottolinearli.
 
 
 

Enfatizzare scelte reciproche di violenza,

condivise, ma comunque minoritarie, ed,  a volte,

punte dell’iceberg di turbe psicologiche dovute a passate violenze,

è comunque deviante e può essere, per menti più deboli, un incitamento alla violenza.

 

 

Anche il parlarne in un certo modo e la violenza verbale

fanno parte di questa istigazione.

 

 

Tutto fa audience, tutto fa violenza….

non facciamoci violentare….

Se non per piccoli e condivisi baci….

 

Copyright © 2004-2008 [Gilberto Gamberini]. Tutti i diritti riservati.

 

Su Telesanterno TV  dal lunedì al venerdì alle 13,00 

Replica notturna alle 01,15

Dall’ Ottobre 2007 a Maggio 2008

 

 

 

 

Le categorie della guida