Questo sito contribuisce alla audience di

Psicoterapia ericksoniana della nuova vita di Eluana Englaro

Friuli Venezia Giulia ultima terra, ultima speranza, in una strana inversione delle cose, della buona morte, per lo meno quella a cui pare, dal punto di vista del padre.......Dal punto di vista del padre, che esprime la madre, quella che forse teme per la sua vita causa una malattia non sempre curabile, dal punto di vista del padre che esprime la preoccupazione paradossale di morire prima della propria figlia e di lasciarla in mano ad estranei....

Psicoterapia ericksoniana della buona morte

Friuli Venezia Giulia ultima terra, ultima speranza,

in una strana inversione delle cose, della buona morte, per lo meno quella
dal punto di vista del padre.

Dal punto di vista del padre, che esprime la madre,
quella che forse teme per la sua vita causa una malattia non sempre curabile,

dal punto di vista del padre che esprime la preoccupazione paradossale di morire prima della propria figlia

e di lasciarla in mano ad estranei, politici e giudici. Per difendersi dagli uni ha cercato l’appoggio degli altri.

La buona morte,

per poterla poi raggiungere in un mondo nuovo e diverso

in cui anche le persone in coma, in questo mondo,

possono di nuovo parlare ed esprimersi, senza che tanti dilettanti ed ignoranti della parola si esprimano per loro.

Non so se questa sera è già arrivata a Udine,

non so se la casa di cura Città di Udine, benedirà o maledirà questo giorno,

ma so che sulla vita di Eluana hanno già parlato in troppi e che quel che resta della sua vita serve per riempire le pagine vuote dei giornali.

La vita e la morte come audience, ma la vita e la morte hanno altra dignità.

Il Friuli non è solo la tristezza e la disperazione della “Ragazza del lago” e di “Come Dio comanda” …

la storia di Eluana Englaro

è una storia vera che ha in sé i germi del grano maturo che al tramonto del sole deve trovare la sua pace .

Buona vita e buona pace papà Englaro.

fonte:www.gilbertogamberini.it

Copyright © 2004-2008

[Gilberto Gamberini].

Tutti i diritti riservati

e mentre il grano ti stava a sentire….
dentro alla bocca stringevi parole
troppo gelate per sciogliersi al sole

dormi sepolto in un campo di grano
non è la rosa non è il tulipano
che ti fan veglia dall’ombra dei fossi
ma sono mille papaveri rossi.

fonte Fabrizio De Andrè

Le categorie della guida