Questo sito contribuisce alla audience di

Psicoterapia dei mondiali di calcio 2010

Vincere senza violen za....Vincere mettendoci l’anima, in qualunque cosa faremo nella nostra vita.


Psicoterapia dei mondiali di calcio .

Dell’Italia in primis, perché l’azzurro piace….
Perché l’azzurro dà serenità e sgombra il cielo dalle nuvole dei pensieri.

Psicoterapia del calciatore…..come dovrebbe essere, forse inconsciamente come noi vorremmo essere.

L’allenatore è un punto focale,
Lippi è lo stesso del precedente mondiale vinto dall’Italia.
Lippi con le sue metafore…
Quando vinci tutti ti osannano e ti perdonano tutto…
Se perdi ti calpestano anche gli scarafaggi…

Ma noi vogliamo essere positivi,
speranza di vincere .


Il gioco non è la vita,
non possiamo giocarci l’esistenza in una sola partita della nostra vita,
ma nel mondiale si….
scemano le riflessioni, scemano le divisioni,
una sola parola: vincere.

Vincere senza violenza, senza gomitate, senza vendette.
Vincere per il piacere di esserci.
Vincere mettendoci l’anima, in qualunque cosa faremo nella nostra vita.

Gilberto Gamberini

www.gilbertogamberini.it

Copyright © 2004-2010 [Gilberto Gamberini]. Tutti i diritti riservati.

Le categorie della guida