Questo sito contribuisce alla audience di

Shoah Settimio Calò Ricordare per non dimenticare

Il fumo non sempre uccide..... da qualcuno si deve pur cominciare per poi parlare dei mille altri.... Negare uno per poi negare tutto e tutti....


Settimio Calò
una di quelle persone che non sarebbe mai stato ricordato, se non da quelli che lo avevano direttamente conosciuto.

Eppure qualcosa cambiò sul suo destino.
Un giorno, apparentemente uguale a tanti altri andò a cercare le sigarette.
Il fumo non sempre uccide, qui gli salvò la vita.

I nazisti irruppero a casa sua e portarono via tutti.
Non fu un train de vie ma di morte.
il 23 ottobre del 1943 ad Auschiwitz furono bruciati i suoi 9 figli e la moglie.

Settimio morì in quel giorno, morì senza morire.

Il sindaco di Roma ha posto una targa per ricordare la sua storia perchè 9 +1 = 10

e di numero in numero, sommati gli agli altri fa milioni, e questa è la strategia giusta contro il negazionismo.
Come hanno fatto nelle scuole di Francia, in cui in ogni scuola una targa ricorda quanti bambini ebrei furono portati via e quanti pochi tornarono.
E’ solo una stupida storia di somme e di sottrazioni …..

Qualcuno dirà perchè parlare solo degli ebrei e non di altri….

,

Risponderemo che da qualcuno si deve pur cominciare

per poi parlare dei mille altri….

Negare uno per poi negare tutto e tutti….

Ricordare per non dimenticare…..

anche Giorgio Perlasca….

Copyright © 2004-2011 [Gilberto Gamberini]. Tutti i diritti riservati

Le categorie della guida