Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Riconoscere i propri limiti

    si ….ma solo per poterli superare, per andare oltre la siepe che dell’infinito il guardo esclude......Erickson della sua immobilità ne aveva fatto una risorsa che gli aveva permesso non di coltivare il suo dolore o la sua angoscia ma di comprendere i messaggi subliminali cioè non coscienti che accompagnavano la comunicazione attraverso la parola....La metafora di Piccolo piccolo e Swarzeneger…. Accettare i propri limiti per poterli superare….

  • Pregiudizi

    Il più grande pregiudizio è ascoltare se stessi in modo talmente esclusivo da non ascoltare gli altri.....il pregiudizio è come una prigione che ci impedisce di cogliere, come un velo, i mutamenti interiori ed esteriori

  • Calcio e vita. Modelli violenti e modelli della moderazione

    Dice la vedova dell’ispettore Raciti, con parole di moderazione, malgrado gli eventi “La sportività è una cosa bella la violenza no” E' la sportività che ci ha fatto vincere i mondiali..... Forse è la prima volta che la grande macchina dello spettacolo si ferma per un momento di raccoglimento e per fare il punto sul futuro, ma non è solo calcio…… L’intera società sembra pervasa .....la gente per la prima volta ha sentito la morte di quel poliziotto come la morte di un uomo. Non so perché questo è accaduto ma per fortuna che cose così cominciano ad accadere…..perché i giovani? I giovani sono sicuramente figli di qualcuno e prendono esempio dagli adulti, i modelli degli adulti, coinvolgono le società, i giocatori, le tifoserie….i giornalisti, i dibattiti televisivi sullo sport, occorre fare un passo indietro, rivedere i modi della comunicazione, del linguaggio usato, del vittimismo durante le partite, delle esagerazioni, delle offese, dello scontro divenuto modello di comportamento, lo scontro, le minacce, le offese che fanno audience e chi le innesca non solo non viene allontanato ma viene richiamato perché aumenta gli ascolti…….Ma "quell’ascolto" non viene ascoltato, recepito e visto solo da persone mature e che comprendono la differenza del vero dal falso, ma da tutti, da ragazzi che prendono quanto viene detto per oro colato, un offesa alla propria squadra viene introiettato …..e riesplode la domenica dopo contro la squadra avversaria ….

  • Psicoterapia dei mondiali di calcio Fame di gol fame di vita

    Psicoterapia del mondiale di calcio è in fondo la psicoterapia della nostra vita....perchè eventi come questo restano nella memoria....ed è dolce ricordare i momenti belli...perchè allontanano quelli brutti....gioia collettiva...che deve diventare stimolo per affrontare la gara della vita e il raggiungimento di quegli obbiettivi che ci fanno sentire sazi dopo tanta fame.....fame di gol ma anche fame di vita....di tutto ciò che ci accade intorno e di cui a volte non ci sentiamo parte....perchè comunque esisti.... e se lo vuoi puoi provare la tua esistenza..... come una fragile onda che la roccia corrode....in tutti quei momenti.... come gli azzurri.... giocatela e vincetela la partita della vita....

  • Cannavaro Calciopoli ci ha dato la rabbia...

    la rabbia per giocare....e per dimostrare quello che valiamo.... così devono essere le avversità della vita.... uno stimolo al cambiamento.... per mutare pagina nel cammino della nostra esistenza.... mai come oggi è stato vero il motto il più piccolo di voi sarà il più grande.... Vi aspettiamo ancora, domenica sera, per dimostare a voi stessi, a noi e al mondo....che da qualsiasi parte noi partiamo....quello che conta è dove sappiamo arrivare..... per raggiungere il nostro obbiettivo..... noi pizzaioli...al commensale del mondo....

  • Forza Azzurri ....La Germania attende con ansia i vostri gol

    non fatevi prendere dall'ansia di quello che potrebbe accadere domani.... concentratevi solo su quello che in campo farete accadere.... potete vincere....la vostra meta sarà fare gol.....conserverete la calma che vi permetteràdi dominare il campo di gioco....siate determinati....decisi.... conservate lucidità, chiarezza mentale, visone globale del gioco, marcature, approfittate dei varchi che creeranno....correte come antilopi...abbiate l'istinto del gruppo come i lupi....conservate il controllo di quel pallone....e gettatelo nella rete avversaria della Germania...perchè quello è il luogo in cui, naturalmente, deve finire....Compiete queste azioni prima dentro di voi....una volta che ne avrete la coscienza e la percezione...sarete pronti a farlo anche nel campo di gioco.... veloci come gazzelle....uniti come lupi..... e che la zampata di Bruno sia con voi.....

  • Forza Italia...Giocatela e vincetela la partita della vita

    se lo potete, vincete per tutti noi.... sognatelo come lo sogna l'Ucraina di Shevchenko.... realizzate quel sogno....Giocate questa partita avendo nel cuore tutti quelli che la partita della vita non la possono giocare più.....Vincete, se potete...nel nome dello sport... in cui il migliore prevale....Giocatela e vincetela...perchè la vita vi permette di fare tutto... anche di vincere.....

  • Forza Azzurri…. Siate Principi

    Psicoterapia preparazione alla gara...Mancano poche ore... rilassatevi, avvolgetevi del manto azzurro del potere, concentratevi, sentitelo dentro come una forza... ascoltatelo come un continuo applauso che copre qualsiasi altro rumore.... Il blasone non si ha per nascita… Né per fama del passato… Il blasone lo si conquista sul campo…. Siate principi…. In questa gara e nella vostra vita…..

  • Germania Mondiali di calcio Giocare e... crederci

    Quello che si aspettano i tifosi per il prossimo impegno della nazionale di calcio è che i nostri giocatori credano in quello che faranno e giochino per loro stessi e per noi tutti....perchè quando giochi devi dare tutto, e, se lo fai, qualunque sia l'esito della gara è comunque una gara già vinta dentro di te.....

  • Psicoterapia del calciatore Germania Mondiali di calcio

    Psicoterapia Ericksoniana del calciatore....ogni obbiettivo che affronterai, ogni azione che che compirai in campo sarà la prima e l'ultima, non dovrai farti condizionare da quello che hai fatto prima, se avevi sbagliato qualcosa o se l'avevi fatta al meglio, comunque, il ricordarla ti distrarrà da quella che dovrai compiere ancora.....non esistono fischi nè applausi....ma solo un grande silenzio in cui sentirai solo il rumore dei tuoi passi, della tua corsa che ti permetterà di raggiungere l'obbiettivo ....guarda quella palla....percepiscila sui tuoi piedi....diviene parte di te e tu di lei....ti seguirà ovunque tu vada...e tu sai dove andare, lo hai sempre saputo, ed ora ne hai maggiore e chiara consapevolezza....

Le categorie della guida