Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • Errare humanum est

    Noi commettiamo continuamente errori ma non siamo mai degli errori….. L’importanza della memoria per non ripetere gli stessi errori…. Il problema è un limite, anzi lo diventa quando ripetiamo le cose allo stesso modo. Tante cose mutano ed evolvono nel tempo, solo che ce ne dimentichiamo.....Comunque sia stato il passato, possiamo modificare il futuro, affrontando il domani in modo diverso. L’esperienza angosciosa del passato può diventare la base, per costruire diversamente il mio futuro, evitando di commettere gli stessi errori, in modo tale che io possa dire a me stesso: “ Mai…mai più! “”.....Su Telesanterno in "Dolce e amaro"al Martedi, Mercoledì, Giovedì ore 13,15 al Venerdì ore 23,15.....

  • Ivano Fossati "c'era un tempo sognato che bisognava sognare"

    Ivano Fossati in concert, stasera a Udine....soffermarsi sui sentimenti, sulle emozioni ma anche sugli eventi, sulle cronache che lo coinvolgono, come quella di altri esseri che vengono dal mare, non pirati o saraceni….ma esseri umani che indietro non possono e non vogliono tornare…..Dicono che c'è un tempo per seminare e uno più lungo per aspettare io dico che c'era un tempo sognato che bisognava sognare”

  • We are alive

    VERONICA LARIO E SILVIO BERLUSCONI VORREI, NON VORREI MA SE VUOI....un segnale forte, un avviso di chiamata, forse per un’ultima possibilità

  • Il terrore dalla porta accanto e la memoria della storia

    IL TERRORE DALLA PORTA ACCANTO.....Frustrazioni quotidiane ed ordinarie che si trasformano nel terrorismo della porta accanto

  • Udine Battiato in concert Il canto delle emozioni e del ricordo

    Poesia mormorata, poesia raccontata, accanto a Roberto Vecchioni uno dei grandi poeti della musica italiana..... che unisce l'estro all'amore per le cose che fa....cose che poi ci racconta..... Parole tronche, a volte, ma non tronche sono le emozioni.... che restano sospese come goccie di rugiada.... Silenzi espressi da parole accanto a flauti di sorrisi..... Se James Brown urla da lontano ....Battiato ti accompagna alle porte del Paradiso....e lì ti chiede di restare.... Cadeva la pioggia a Udine questa sera....una pioggia dopo tanta arsura....e sotto quella pioggia battente un sole che dava l'antico e solleticante calore delle emozioni ha cantato per noi....

  • Alessandro Bon: Come gocce d'acqua in un mare di petrolio

    Non c’è ordine nei testi come non ce n’è nella vita, che ci riserva sprazzi di gioia seguiti da pianti e viceversa in un andamento del tutto casuale, espressione di un incomprensibile arbitrio.....nonostante tutto un cammino di speranza, nel quale tutte le avversità sono superabili grazie alla forza che l’uomo sa di poter attingere da fonti inesauribili: l’Amore, la Natura, Dio, nelle innumerevoli forme in qui si manifestano. Non ci resta che accogliere l’invito a vivere....Se una poesia serve per riappropriarsi del mondo esteriore e per comunicare il proprio mondo interiore è una buona e bella poesia. Auguro ad Alessandro che la sua poesia e la sua vita sia come una favola, col finale proprio di ogni favola..... perchè ogni storia può divenire una favola....

  • Milton Erickson.... L'ira del vikingo

    E’ una delle poche volte in cui Erickson perse la pazienza…. In realtà, il Proff Rodriguez oltre a quell’atteggiamento di sufficienza, ed in questo caso di disprezzo…. verso i contadini..... non aveva mai pagato le sedute di Ipnosi del Dott Erickson….. quando ci vuole ci vuole…..

  • Il "Liga" canta i gandi temi che coinvolgono i "ragazzi"

    di ogni età paese e condizione. Guerra, indifferenza, anoressia, violenza… Più di due ore di musica rock, di immagini e di sensazioni per far vibrare i corpi all’unisono fino all’esplosione nella gioia positiva e di speranza che il Liga sa infondere. Parole di vita e di cuore contro la morte e l’indifferenza, perchè il Liga trascende le emozioni e le trasforma in musica e parole che tutti possono cantare sentendole come proprie.

  • Il Viaggio in moto di Ernesto Guevara non ancora il "Che"

    Un viaggio in moto quasi simbolico del percorso della nostra esistenza, E’ il viaggio ideale nella nostra anima e nella sua proiezione esteriore:il mondo che ci circonda, alla ricerca delle ragioni ultime delle cose alla ricerca delle soluzioni possibili Il viaggio in moto esprime una scelta di cuore, di emozioni, una partecipazione interiore che non è ancora politica ma è già filosofica.

  • La moto.... Il desiderio di volare

    l'uomo resta uomo perchè non più prigioniero del suo involucro di plastica e metallo che fa divenire il suo cuore della stessa materia, che lo avvolge. Dedicato a tutti quelli che sono partiti per questo volo e non hanno più fatto ritorno e che continano a volare.

Le categorie della guida