Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Terremoto Haiti L'ansia dell'ignoto e del ritorno

    quando tutto quello che avevano lasciato non c’è più: affetti che sono svaniti nell’aria come un sogno del mattino.

  • L'ultimo con gli ultimi

    31 dicembre 2005 alla Stazione Centrale di Milano per la Festa di Capodanno “L'ultimo con gli ultimi”, organizzata dal Dopolavoro Ferroviario di Milano. A esibirsi la Bar Boon Band, storica banda musicale composta da clochard e volontari della Stazione milanese.

  • Tsunami Un anno dopo L'ansia dell'Ignoto e del ritorno

    Tutti coloro che fanno ritorno a qualcosa, che in un qualche modo è mutato, che non è più quello di prima, quando tutto quello che avevano lasciato non c’è più: affetti che sono svaniti nell’aria come un sogno del mattino.....Ora restano gli incubi, i fantasmi evanescenti che si materializzano nella Sindrome da Stress post traumatico, PTSD che paradossalmente ti prende quando gli eventi acuti sono sedimentati, e i pensieri della memoria affiorano come bolle di sapone nell'aria. E non puoi farci nulla per fermarli...quando troppe domande non trovano una risposta, quando i pensieri affollano la testa e si spingono l’uno con l’altro in uno spazio confinato, e pesano come se acquistassero corporeità. In tutti quei momenti, si preferisce non tornare….

  • Sindrome di Enea: l’Ansia dell’Ignoto e del Ritorno

    Come Enea, l'eroe virgiliano che non voleva lasciare la patria perche' temeva l'ignoto cui andava incontro, un over 65 su due non vuole tornare a casa perche' teme la solitudine e l'abbandono assistenziale.... L’Ansia dell’ignoto e del ritorno attanaglia anche i carcerati...i reduci dalla guerra o da missioni di pacificazione all’estero, come a Nassiria...tutti coloro che fanno ritorno a qualcosa che in un qualche modo è mutato e che non è più quello di prima, o quando tutto quello che avevano lasciato non c’è più: affetti che non gliel’hanno fatta ad attendere, che sono svaniti nell’aria come un sogno del mattino.....Quel muro li protegge dall’ignoto o dal noto, ma, nel contempo, può divenire una prigione, in cui languire, in attesa di un qualcosa o di un gesto, che non trova il luogo e lo spazio di accadere...L’Ansia dell’Ignoto e del Ritorno, può prendere chiunque, in qualsiasi momento, quando troppe domande non trovano una risposta, quando i pensieri affollano la testa e si spingono l’uno con l’altro in uno spazio confinato, e pesano come se acquistassero corporeità. In tutti quei momenti, si preferisce non tornare….

Le categorie della guida