Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • TV Solitudine e Suggestione. Decalogo dei Bambini davanti allaTV

    alle ore di visione della tv si aggiunge spesso il tempo dedicato ai videogame....Non considerare la tv come un mezzo 'per far star buono il bambino'...il tempo dedicato alla televisione deve essere limitato (come tutte le attivita' di tipo sedentario) e intervallato dal gioco, dalla lettura, dallo sport, dal dialogo...Condividere la visione ...induce all'aumento dei desideri, al consumismo, all'imitazione di modelli di comportamento superficiali o del tutto irreali....La tv può essere un mezzo di suggestione, al pari della ipnosi, perché coinvolgente i tre sensi principali: visivo, auditivo e percettivo sensoriale, tenendo presente che a livello inconscio , l’impatto subliminale è circa 10 volte quello che coscientemente riteniamo di avere recepito. In realtà, è un singolo film che noi vediamo, ma sono 10 i film che noi elaboriamo. E’ una invasione interiore, a tutti i livelli, che attraverso l’immagine prevalente si decodifica in suoni e percezioni sensoriali. Tale invasione avviene in modo acritico, con gli strumenti mentali e relazionali che uno possiede in quel momento....Davanti alla tv, si consumano spesso solitudini diverse, in momenti diversi, ognuna per loro conto, ognuna che alimenta fantasie irreali e non stimolanti la realtà per renderla più fantasiosa. La solitudine del bambino, quella del padre, e quella della madre. Ognuna davanti al proprio schermo...La tv, usata senza seguire le istruzioni per l’uso, diviene una presenza oscura, un genitore più importante dei genitori stessi che condiziona scelte e stili di vita, aggressività e non dialogo, onnipotenza ed egoismo, allo stato puro, senza limiti e confini. Ma non era questo che intendeva Milton Erickson, quando invitava a superare i propri limiti e confini. Esistono manipolazioni buone e manipolazioni cattive….La tv di per se non è una manipolazione cattiva, ma lo può divenire, quando diviene sostitutiva di un qualcosa che solo l’interazione umana può dare. Senza dimenticare che è reale anche quello che noi non vediamo, mentre può essere profondamente irreale e manipolante il suo opposto. L’immagine non deve divenire prevalente e veicolante il suono e la percezione, ma parte di un tutto, di cui l’uomo è parte fondamentale, e dalla quale trae stimoli, si confronta e si accresce.....

Le categorie della guida