Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Eluana Englaro Psicoterapia ericksoniana della vita e della morte

    La morte pone fine a tutto. Il problema è che non vogliamo accettare che la morte esiste. Rifiutando implicitamente l'idea che esiste un qualcosa dopo la morte.....Nella realtà dei fatti Eluana era già morta da 17 anni, o se non lo era, era comunque una vita non umana, ma vegetativa. Io mi chiedo perché tante polemiche, scontri rabbiosi tra tifoserie che per un periodo hanno dimenticato il calcio per dedicarsi ad Eluana, usando toni da stadio, facendo di quel corpo una spoglia achea da portare a spasso tra la polvere. Quante Eluana ci passano accanto ogni giorno? Svanita la polvere forse vi sarà una luce di speranza: la difesa della vera vita quella che ama, che piange, che ride e che sogna e che ci passa avanti ogni giorno ma che i più non vedono e non vedranno mai.

  • Psicoterapia ericksoniana della nuova vita di Eluana Englaro

    Friuli Venezia Giulia ultima terra, ultima speranza, in una strana inversione delle cose, della buona morte, per lo meno quella a cui pare, dal punto di vista del padre.......Dal punto di vista del padre, che esprime la madre, quella che forse teme per la sua vita causa una malattia non sempre curabile, dal punto di vista del padre che esprime la preoccupazione paradossale di morire prima della propria figlia e di lasciarla in mano ad estranei....

Le categorie della guida