Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • La guerra è un problema sanitario Ed anche psichico...

    Ziad Obermeyer e i suoi colleghi hanno proposto un nuovo approccio pionieristico per stimare le morti violente avvenute durante la guerra..... In particolare veniva chiesto di parlare del proprio fratello (o sorella) e di limitarsi a questo dato e non a quello della morte di un familiare in genere, evitando così un errore in eccesso nel conteggio dei caduti. Le interviste sono state condotte tra il 2002 e il 2003, in 13 paesi con riferimento al periodo tra il 1955 e il 2002, coprendo gli ultimi 50 anni di storia. In pratica dalla guerra del Vietnam al conflitto in Bosnia. I dati ottenuti dalle interviste parlano di un totale di 5,4 milioni di caduti che vanno dai 7 mila stimati nella Repubblica Democratica del Congo ai 38 milioni del Vietnam......E tutto questo senza tenere conto delle morti da malnutrizione, epidemie, violenze, violenze anche psicologiche, carenze e conseguenze legate alla guerra. E poi il dopo, le notti insonni, i silenzi, le angoscie, le depressioni.....gli shock post traumatici.....la mancata voglia di ricominciare.... il non ritorno.... fino al suicidio....

  • L'Insonnia cronica nella psicoterapia ed ipnosi ericksoniana

    Difficile una soluzione corretta, su un sintomo come l'insonnia inquadrabile come malattia di per se oppure inrerita in un contesto di altre malattie..... in ogni caso un trattamento psicoterapico, potrebbe essere il momento iniziale, per capirne l'origne, inquadrarla in un contesto più ampio..... d'altra parte il trattamento di sintomi e di malattie risente di una abitudine mediatica pubblicitaria di non affrontare l'origine delle cose ma solo le sue conguenze...... provate a fermare un fiume in piena.....senza ridurre la piena dei suoi affluenti..... provate per credere......

  • Psiche Una buona ricetta per dormire

    il vostro bilancio della giornata è positivo, siete in pace con voi stessi e con chi vi è intorno, non avete dentro niente da dire che non abbiate in quel giorno detto, non avete dentro di voi altro da fare che non sia in quel giorno già stato fatto, e quello che vi resta da fare lo farete domani....appoggiatevi sul letto, rilassate ad uno ad uno i muscoli del vostro corpo, fatelo per gradi..... fino ad arrivare alla vostra mente.....e il vostro inconscio, sereno e rilassato, per quanto ha vissuto, vi lascerà dormire, e vi farà sognare....

  • Stressanti incidenti

    possibile sviluppo di situazioni di stress permanente (disturbo da stress acuto e disturbo da stress post traumatico). Chi è affetto da questi disturbi rivive l'esperienza traumatica attraverso incubi e flashback, soffre di insonnia e ha attacchi di panico. Inoltre si aggiungono ansia, depressione e problemi di memoria e concentrazione

  • Incubo… Incubare Prigionieri del proprio centro

    E' su quel giorno che bisogna agire....affinchè durante la notte...si possa sognare e non "incubare" Perchè incubo ed incubare rappresentano comunque, un atteggiamento inconscio di chiusura, di spirale che si racchiude su se stessa, fino a renderti prigioniero nel suo centro.

Le categorie della guida