Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Venezia....l'acqua stantia dei ricordi perduti…

    i luoghi belli sfuggono via e del suo carnevale conservano la pazzia...nei suoi campi assolati, sulle cui pietre rimbalza il sole...Attraversi piccoli ponti solitari, che sorvolano stancamente l'acqua stantia dei ricordi perduti… Grandi ponti.. colmi di gente che fotografano quella grande attrice che è Venezia, impigrita dalla sua bellezza….E ti aggiri nell’antico Ghetto… dove ricerchi i passi perduti… e con la sinuosità di un Corto Maltese scivoli sopra alle cose e vedi al di là di esse, ed entri in un mondo di fantasia, in cui la realtà si mischia alla magia e i pensieri vanno via, come vele in Altomare…E se vuoi una spiaggia, verso il Lido devi andare e nell’ombra dei gazebo in altre epoche ti puoi ritrovare, rivivendo miti di un cinema che mai tramontare ….

  • Oltre la maschera

    Come io mi sento, così io mi percepisco, al di là di come gli altri mi vedono…. al di la di come realmente sono. E cerco conferme dove io ho deciso di cercarle....

  • Nel Carnevale le RadiciDeiTuoiDesideri

    Radici....alla ricerca delle origini delle cose che ti circondano, come vai alla ricerca di te stesso...L’uomo riscopriva ...del corpo e dell’anima, che voleva godere, al pari della mente che voleva sapere...Come un vulcano, a lungo sopito, esplodeva nel carnevale...Ma è veramente così, oppure quello di oggi è solo un vulcano apparente di cartapesta, che fa uscire solo coriandoli, invece di desideri veri? La maschera ti permette di diventare quello che non sei mai stato, ma che vorresti essere, assumendo la mimica caricaturale dei vivi o di effettuare un salto all’incontrario e liberatorio dal mondo dei morti a quello dei vivi, come attraverso le maschere bianche veneziane.... Forse non potrai mai essere per sempre quello che sarai in una notte e in un giorno della tua vita, ma ti porterai dietro quella esperienza che alimenterà l’aspettativa per altre e più importanti cose...Il carnevale è un pozzo dei desideri, in cui ti puoi specchiare e ti scopri diverso da quello che apparentemente credevi di essere. Puoi vedere quello che vuoi e desideri vedere come in una terapia della gestalt o in una ipnosi o psicoterapia ericksoniana in cui un sedia vuota, non è più solo una sedia vuota ma... È un sogno ad occhi aperti in cui immagini, suoni, sensazioni non sono più solo immagini ma stimolo per un sacco di collegamenti interiori di altre immagini, suoni e sensazioni...E qualunque cosa succeda rappresenta sempre un piccolo, ma progressivo cambiamento nel cammino della tua vita...E qualunque cosa succeda rappresenta sempre un piccolo, ma progressivo cambiamento nel cammino della tua vita...alla Ricerca del tuo Benessere..

  • La Maschera del TuoInespressoAmore

    La maschera ti toglie la maschera …..del tuo inespresso amore... Mettersi la maschera per togliersi la maschera di ogni giorno e far riemergere i tuo inconscio, quello che sei ma che non riesci mai ad essere. Sono le tue ombre soffuse che si affiancano alle tue apparenti luci di certezza dai piedi di argilla, ombre non di paura ma del tuo riposo, del tuo soffermarti sulle cose, del tuo dilungarsi, come ombra in esse: ombra che cerca le luci dai mille colori del tuo arcobaleno di desideri. Un passato di cui ti vuoi riappropriare. Con la maschera non ti travesti, forse lo facevi prima quando ti illudevi di non averla addosso. La maschera è il simbolo della tua anima che finalmente emerge dall’oblio in cui tu l’avevi nascosta. Per esorcizzare la tua vita, i tuoi stress le tue paure le tue incertezze e timidezze puoi scegliere la maschera, non la più bella, ma quella che ti rappresenta meglio. La maschera è quello che sei e che non hai mai avuto il coraggio di essere... E’ difficile avere un coraggio che duri una vita, è possibile trovare il coraggio per una volta sola. Puoi accentuare quello che sei o invertirlo, in una catarsi liberatoria, in un gioco di ruoli invertito come nel teatro dello psicodramma di Romero, e calandoti nel ruolo che non ti appartiene puoi finalmente capire quello che finora non potevi capire, perché ancora non lo conoscevi...Può essere una psicoterapia di una notte e di un giorno, in attesa che tu ti abitui ad amare e frequentare le tue notti e i tuoi giorni, quelli che porti dentro di te, quelli del tuo inespresso amore...Ali, non imbrigliate, che si espandono nel cielo, e là ne scoprono meraviglie...

Le categorie della guida