Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Toscana.... Un dolce andare

    verso una estate, che è più estate delle altre, perché il sole si mischia coi colori che rimbalzano dalle colline, con le sfumature del marrone e del verde e del rosso, come in un affresco...E da lì puoi ripartire, verso altre mete, altri luoghi di quella stessa terra, ed ogni luogo che scopri è bello, come il precedente, o ancora più bello, in uno stupore che non finisce mai….non ti occorre cercare altrove… se chiudi gli occhi, ti basta quella dolce cantilena della lingua ascoltare e puoi già sognare e sulla sabbia addormentare….

  • Venezia....l'acqua stantia dei ricordi perduti…

    i luoghi belli sfuggono via e del suo carnevale conservano la pazzia...nei suoi campi assolati, sulle cui pietre rimbalza il sole...Attraversi piccoli ponti solitari, che sorvolano stancamente l'acqua stantia dei ricordi perduti… Grandi ponti.. colmi di gente che fotografano quella grande attrice che è Venezia, impigrita dalla sua bellezza….E ti aggiri nell’antico Ghetto… dove ricerchi i passi perduti… e con la sinuosità di un Corto Maltese scivoli sopra alle cose e vedi al di là di esse, ed entri in un mondo di fantasia, in cui la realtà si mischia alla magia e i pensieri vanno via, come vele in Altomare…E se vuoi una spiaggia, verso il Lido devi andare e nell’ombra dei gazebo in altre epoche ti puoi ritrovare, rivivendo miti di un cinema che mai tramontare ….

  • Parigi la Plage

    Parigi dei cinesi, come formiche d’argento, dei mussulmani nascosta dai veli, degli ebrei, degli italiani, dei territori d’oltremare, dei neri dallo sguardo di cioccolata, di tutto un mondo, che Parigi accoglie e che Parigi colonizza, frantumandola in tante piccole città, che si erodono l’una con l’altra e che, quando hanno paura e sospirano di notte, sono le stesse….. Parigi della “plage” del Lungo-Senna trasformato, d’estate, in spiaggia, con la sabbia vera che ruba l’asfalto alle auto…. tutto si trasforma…. come la tua vita.... E i barconi divengono piscine, e tutto si confonde, mentre il sole abbronza e scioglie i veli, e fa divenire tutti un po’ più uguali.

  • Metafore di viaggio

    "..ancora ancor più su planando sopra boschi di braccia tese un sorriso che non ha né più un volto, né più un'età. E respirando brezze che dilagano su terre senza limiti e confini ci allontaniamo e poi ci ritroviamo più vicini e più in alto e più in là se chiudi gli occhi un istante ora figli dell'immensità...."

Le categorie della guida