Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Psicoterapia del calciatore Germania Mondiali di calcio

    Psicoterapia Ericksoniana del calciatore....ogni obbiettivo che affronterai, ogni azione che che compirai in campo sarà la prima e l'ultima, non dovrai farti condizionare da quello che hai fatto prima, se avevi sbagliato qualcosa o se l'avevi fatta al meglio, comunque, il ricordarla ti distrarrà da quella che dovrai compiere ancora.....non esistono fischi nè applausi....ma solo un grande silenzio in cui sentirai solo il rumore dei tuoi passi, della tua corsa che ti permetterà di raggiungere l'obbiettivo ....guarda quella palla....percepiscila sui tuoi piedi....diviene parte di te e tu di lei....ti seguirà ovunque tu vada...e tu sai dove andare, lo hai sempre saputo, ed ora ne hai maggiore e chiara consapevolezza....

  • Paraolimiadi Sono giochi di vita

    Rialzarsi sembrava un’impresa impossibile, invece ci sono riuscito Quando credi in quello che fai ogni limite può essere abbattuto....per dare un senso alle nostre possibilità, per andare oltre, per dare un senso alla nostra vita, al nostro esistere che anche se dura un solo giorno deve essere vissuto interamente.... quello che compi fuori ....devi averlo già compiuto dentro...

  • L’OBBIETTIVO e la GARA della TUA VITA

    L’idea del tempo può essere un fatto relativo se la concentrazione, il tuo esserci dura per tutto il tempo necessario per raggiungere quel fine, che è la realizzazione massima del tuo sentire interiore...Cos’è una gara nella tua vita? Un traguardo, un punto di arrivo forse nell’universo interminabile dei tuoi punti di arrivo, una cima di una montagna espugnata a cui quasi sicuramente ne seguirà un’altra. Perché poi è proprio così, se tu compi una azione, ad essa seguiranno un numero infinito di mutamenti che richiederanno nuove azioni successive. E’ insito nel mutamento determinare nuove cose che succederanno, perché il mutamento è un fatto dinamico, una plasticità che si assume che diventa forza immensa nella sua apparente fragilità iniziale..E’ un desiderio dell’anima che sale e che per respirare cerca spazio all’esterno di te e l’ossigeno nel mondo apparente..Metti un punto affinché le risposte che troverai strada facendo siano le risposte che avrai sempre aspettato. Ma non dove tu avevi deciso, non dove tu volevi ma dove dovevano essere, in quei punti dove le linee che si cercano si incontrano e non dove le linee parallele non si incontreranno mai.

Le categorie della guida