Questo sito contribuisce alla audience di

Recensione del cd prodotto dai Modaxì, una band costituita da sei ragazzi baresi che suonano insieme da gennaio 2001.

Alcuni pensano che la Puglia sia solo una regione a base di reggae, latino americano e canzoni da ballare magari in qualche spiaggia al ritmo di djembè. E invece dalla Puglia hanno avuto origine molti musicisti, alcuni più conosciuti altri meno, che si sono cimentati nei generi musicali più disparati. Ultimamente stiamo focalizzato la nostra attenzione sul rock e i ModaXì sono fra i gruppi che meglio ci rappresentano in questo genere. Hanno suonato in tutta la Puglia, hanno vinto il concorso per bands emergenti “Ritmika 2001″ e il 5 aprile avranno l’opportunità di partecipare alle selezioni del concorso «Musicattiva 2002» di Ferrara. E ascoltando il loro CD, “ModaXì”, si capisce perché. Sette canzoni in italiano, con traccia multimediale, rock con sprazzi a volte funky, scratch, ritmi decisi, sempre attenti però a non generare mai minestroni sonori. Il tutto accompagnato dalla voce tra rap e hard-core, ma anche da alcune brevi ma intense melodie. La parola “ModaXì” è pronunciata più volte nel cd, rafforzata da un’inflessione volutamente dialettale, una nota di confortante familiarità che affiora dai potenti riff. Ascoltando il cd si avverte un campionario di influenze davvero interessante, riunite in una formula cantautorale personale e affascinante. Il suono quasi amatoriale delle tracce non impedisce loro di brillare di luce propria, anzi, in qualche modo questa rugginosità conferisce ancora più fascino al contesto. I sei musicisti hanno dimostrato di saper combinare bene le loro idee per creare canzoni con molti spunti interessanti.

E’ l’abile Tuppy B ad aprire il cd con “Intro”. E si parte benissimo, con un equilibrio e una dinamicità di esecuzione veramente piacevoli. In “Countdown”, voce e chitarre su una base di rock-funk. “Poi”, parte con un urlo di Grillo. Completano il cd “Tilt” (chi di noi non è mai andato in Tilt?!), “Black out”, “Show” e un remix di Tilt.

Tutti pezzi dal forte impatto e carichi di energia.