Questo sito contribuisce alla audience di

Manduria: Museo della Civiltà del Vino Primitivo

Il Museo custodisce l'intima essenza della storia e delle tradizioni del Vino Primitivo.

museo vino primitivo Chi si intende di vino certamente conosce il Vino Primitivo di Manduria.

Da poco meno di 40 anni questo vino tipico ha il marchio DOC e grazie anche al Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria. Per chi non losapesse è prodotto nel versante orientale della provincia di Taranto toccando anche la provincia di Brindisi.

E’ un vino corposo ad alta gradazione e lo troviamo in diverse varietà. Particolarmente richiesto è quello secco a 14° di colore rosso tendente al violaceo avente un profumo intenso. Molto buono e che in occasione di un allegro brindisi merita certamente le parole…

“Riempi il bicchier che è vuoto.
Vuota il bicchier che è pieno.
Non lo lasciar mai vuoto.
Non lo lasciar mai pieno.”

Di questo e altro si parla nel sito “Strada del Primitivo“. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

“Il Museo della Civiltà del Vino Primitivo, ubicato all’interno del Consorzio Produttori Vini di Manduria, ha una particolare rilevanza etnografica e documentaria, sia sul piano della civiltà contadina del Salento che su quello della storia vitivinicola del territorio.

Sotto le volte a stella, nell’ala più antica della cantina, è possibile seguire due percorsi di visita: da un lato, oggetti di vita quotidiana e attrezzi di lavoro di un tempo narrano la storia sociale e l’economia agraria di queste zone…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi