Questo sito contribuisce alla audience di

La Regione Salento andrà al referendum?

Il Salento è soprattutto una regione culturale

regione salentoChe sia una coincidenza il fatto che Radio Padania trasmetta proprio in Salento dove si muove un movimento e un Comitato referendario che vuole creare la Regione autonoma del Salento?

Resta il fatto che Paolo Pagliaro, Presidente del Movimento Regione Salento, a sostegno dell’autonomia dalla Puglia, in un’ intervista parla di sentimento diffuso tra la popolazione del Salento ma un articolo di Umberto Fanuzzi, economista del Cantiere Salento, propone argomentazioni che ricordano molto quelle della Lega Nord quando circoscrive il territorio della Padania soprattutto in base a riferimenti economici.

Insomma qualcuno potrebbe pensare che la logica della frantumazione funzionale alla salvaguardia delle “eccellenze” in ambiti territoriali sempre più ristretti, è approdata anche al Sud.

Di questo e altro si parla nel sito Wikipedia.org. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

“Durante i lavori dell’Assemblea Costituente fu avanzata la proposta di fare della Puglia e del Salento due regioni distinte. Il 17 dicembre 1946, dopo la relazione di Giuseppe Codacci Pisanelli, la Regione Salento fu istituita sulla carta, ma quando si arrivò alla ratificazione in aula, il 29 novembre 1947, essa non era più prevista. Stando all’intervento in assemblea del socialista Vito Mario Stampacchia, la Regione Salento sarebbe stata sacrificata in seguito a un accordo tra DC e PCI in difesa dei forti interessi economici baresi. Principale artefice di questo accordo fu il magliese Aldo Moro…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi

Link correlati