Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Rivoluzione elettorale in Turchia

    I vecchi partiti spazzati via. Un movimento erede di un gruppo messo fuorilegge 5 anni fa che ottiene la maggioranza assoluta. La questione della controversa, ma voluta ammissione nell'Unione Europea. In Turchia ci sono grandi cambiamenti...

  • Intervista a Dragan Pavlovic

    Ecco a voi, in inglese, 10 domande ad un esperto della situazione politica, attuale e passata, nell'Ex-Jugoslavia,

  • Intervisya a Dragan Pavlovic (2)

    Kossovo, Macedonia e vera politica Usa

  • Intervista a Dragan Pavlovic (3)

    Montenegro, Macedonia e Bosnia

  • Macedonia: un'indipendenza vissuta pericolosamente...

    Dopo settimane di duri e confusi scontri in Macedonia tra l'esercito governativo ed i ribelli albanesi ci si chiede se il piccolo Stato balcanico sopravviverà?

  • La questione albanese nei Balcani

    La sconfitta dei ribelli di Tetovo in Macedonia non ha intaccato il sogno di tutti gli albanesi dei Balcani di vivere in un solo stato... ma a quale prezzo per la stabilità dei Balcani?

  • Resisterà la Macedonia?

    Le cause scatenanti dell'attuale conflitto in Macedonia vanno ricercato nel clamoroso successo conseguito dagli indipendentisti albanesi in Kossovo.

  • Resa dei conti per Slobodan Milosevic

    Un anno fa comandava la nazione più forte dei Balcani e sfidava la NATO, ieri è stato consegnato al Tribunale Internazionale per rispondere dei suoi crimini contro l'umanità.

  • Serbia e Montenegro, separati in casa

    Il primo turno delle elezioni presidenziali in Yugoslavia, oltre a sancire la clamorosa anche se finora incompleta vittoria dell'opposizione democratica al regime di Milosevic, ha rimarcato la frattura esistente tra Serbia e Montenegro ed all'interno di quest'ultima repubblica.

  • La Croazia tra Europa e Balcani

    La scomparsa di Franjo Tudjman, primo presidente dal tempo dell'indipendenza, sta favorendo la trasformazione della Croazia da Stato semi-autoritario e nazionalista a Paese più pluralista e con migliori rapporti coi suoi vicini.