Questo sito contribuisce alla audience di

I Paesi Baschi oggi

Che prospettive politiche ci sono per il popolo basco dopo la grande vittoria nazionalista nelle elezioni della scorsa primavera? Ecco l'opinione della Guida di superEva per la Spagna, Txaro, originaria dell'Euzkadi...

I Paesi Baschi, situati nel nord della Spagna, sono divisi in tre provincie: Guipúzcoa (con capoluogo San Sebastián o Donostia), Vizcaya (con capoluogo Bilbao), e Alava (il cui capoluogo è Vitoria e sede del Gobierno Vasco).
Una volta ne faceva parte anche la Navarra e tuttora gran parte della sua popolazione si sente basca.

Con la morte del dittatore Francisco Franco, alla fine degli anni settanta fu concessa l’autonomia all’Euzkadi (ossia il Paese Basco nella lingua dei suoi abitanti), pur se in un regime di tutela da parte dello stato centrale, che ha oggi un parlamento proprio, una polizia basca e la possibilità di gestirsi economicamente; anche se per alcune organizzazioni indipendentiste questo ancora non basta.

La vittoria nelle elezioni regionali del 13 maggio scorso colloca il PNV (Partido Nacionalista Vasco) davanti a una scelta cruciale.
Il Paese Basco è una società che può essere governata sia da una maggioranza nazionalista sia da una formula trasversale o mista, e il modo in cui sono stati distribuiti i voti, sono un appello alla ricomposizione dell’unità democratica davanti al terrore.