Questo sito contribuisce alla audience di

Argentina, un nuovo diritto per la ripresa

I primi mesi della presidenza di Nestor Kirchner stanno ridando speranza alla disastrata Argentina. Un coraggioso progetto di standardizzazione legislativa vuole contribuire alla rinascita del paese sudamericano. Ce ne parla il dottor Marco Celi, amico ed appassionato di politica internazionale, oltre che impegnato in prima linea nel progetto.

Primo effetto della difficile realtà economica argentina è stato quello della fuga degli investitori esteri dal paese, creando una situazione di vero e proprio “vuoto economico”.
L’ammontare del debito estero e la mancanza di una struttura produttiva interna capace di poter riavviare autonomamente il sistema, tiene l’Argentina vincolata alle scelte degli investitori esteri i quali, per il momento, non vedono la stabilità politica e legislativa necessaria a tutelare il proprio rischio d’investimento.

L’Argentina, con la legge 24967 ha istituito il c.d digesto argentino.
Da una collaborazione nata tra alcuni docenti dell’Università di Pisa e l’Università del Salvador di Buenos Aires, si è concretizzata l’idea di creare un istituto, l’I.I.E.F.G.S (Istituto Internacional de Estudios y Formatiòn sobre Gobierno y Sociedad), specializzato nella formazione in campo legislativo e nell’applicazione dei moderni strumenti informatici nell’electronic government.

L’obiettivo è la preparazione di esperti capaci di redigere, applicare e comunicare delle norme; esperti in problemi linguistici, politica, drafting legislativo e nell’uso delle nuove tecnologie al servizio dell’operatore amministrativo con particolare riguardo al e-government.

Nell’impossibilità di poter assicurare una stabilità politica duratura, la scienza della legislazione risulta essere canale essenziale nella garanzia di una stabilità giuridica, la cui realizzazione rappresenta per lo stato argentino e per l’intero MERCOSUR, mezzo essenziale di fiducia per invogliare gli investitori esteri a riaprirsi al mercato economico locale.

L’esperienza italiana nell’applicazione di questi nuovi strumenti applicati alla legislazione e a tutte le fasi di creazione e comunicazione di una norma (Master in Scienza della Legislazione – Università di Pisa), ha aperto un canale diretto con l’Argentina che si concretizzerà con la cooperazione tra l’Università di Pisa e l’Università del Salvador.