Questo sito contribuisce alla audience di

La guerra dopo la fine della guerra

Quali sarebbero i rischi e le conseguenze di un ritiro o di una sconfitta occidentale in Iraq? Perche' e' importante non ritirarsi? E perche' l'Iraq e' cosi' ostico per le truppe della coalizione?

In Indocina la caduta di Saigon fu seguita dall’instaurazione di regimi comunisti in Cambogia e Laos e da guerriglie in tutti i paesi filoccidentali del sud-est asiatico.
in Medio Oriente un Iraq abbandonato a se stesso, in anarchia, o peggio fondamentalista, sarebbe una minaccia gravissima per gli instabili regimi filo-americani in Giordania, Arabia Saudita e nelle varie monarchie piu’ o meno assolute del Golfo Persico (Kuwait, Emirati Arabi Uniti, Qatar, Bahrain, Oman).

E visto che, a differenza dell’Indocina, si tratta di una regione fondamentale per europei ed americani, l’Occidente dovrebbe inviare ulteriori truppe (a meno di non voler perdere l’accesso al petrolio così commettendo un suicidio economico) dato che questi paesi arabi sono praticamente senza esercito e con un limitato consenso interno.

Quindi l’Iraq si è trasformato nella bomba ad orologeria del Medio Oriente, ma anche nell’ultimo argine al fondamentalismo islamico; perdere a Baghdad significherebbe dover continuare la guerra nei paesi vicini o peggio, mediante una tempesta terroristica ed una spaventosa repressione, in Europa.

Questo non era previsto nei piani anglo-americani, ma era facilmente prevedibile: il collasso dello stato iracheno, i confini sguarniti, la liberazione da parte di Saddam di oltre 100.000 detenuti nel luglio 2002, l’avversione degli iracheni sunniti che hanno perso tutto con la caduta del regime che dominavano, hanno creato una polveriera pronta a sempre maggiori esplosioni.

A ciò s’aggiunge la vasta disponibilità di armi, denaro (Saddam è ancora straricco avendo depredato il paese per decenni ed i terroristi sono finanziati da privati sauditi), uomini (sciogliere l’intero esercito iracheno dopo la vittoria è stata una delle mosse più rovinose dell’amministrazione Usa) e nascondigli in un paese enorme che poche decine di migliaia di soldati della coalizione non possono controllare.