Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Democrazia esportata?!?!?!

Domanda

Ciao Vins, ti prego, dammi una delucitazione sulla nuova dottina Bush: fino all'altro ieri l'occidente ha sempre mantenuto il sistema liberaldemocratico all'interno del sistema dei suoi stati, favorendo l'insorgenza di feroci dittature nelle aree terzomondiste: come mai solamente adesso si è deciso di esportare la democrazia? P.s. Vins, so che anche tu sei un appassionato di storia: come ti spieghi il paradosso che, nonostante il suo sospettosissimo carattere, Stalin non abbia prestato minimamente fede ai numerosi segnali dell'imminenza dell'invasione nazista prima del fatidico 22/06/1941. Il sottoscritto da questo particolare ritiene che possa risultare plausibile l'ipotesi fantastorica che lui e Beria risultassero essere spie dell'Inghilterra. Tu che ne pensi?

Risposta

Caro Vittorio,

escluderei che Stalin e Beria fossero spie britanniche. I dirigenti sovietici erano molto motivati sia ideologicamente che
patriotticamente, quindi difficli da comprare. Inoltre la Gran Bretagna aveva ostacolato sempre l'URSS ed i bolscevichi
durante la Rivoluzione e quindi ci furono sempre rapporti tesi e sospettosissimi tra i due paesi. Stalin diffidava più di
Churchill che di Roosvelt. Riguardo la sorpresa causata dall'invasione nazista dell'Unione Sovietica, se ne discute molto.
A Stalin non serviva, come a Roosvelt coi giapponesi a Pearl Harbour, un pretesto per entrare in guerra quindi è da escludere
che abbia ignorato gli allarmi e scoperto le difese per causare l'attacco tedesco. Direi che si trattò di un grave errore di
calcolo politico, sottovalutando la determinazione di Hitler e la sua follia nello sfidare il colosso russo. Chi si crede
fortissimo non riesce nemmeno a concepire l'idea di essere attaccato (vedi gli USA l'11 settembre). Ma d'altra parte la
Germania era temutissima da Stalin, quindi ritengo che l'impreparazione dei russi nelle prime settimane siano dovute al
pessimo stato delle forze armate handicappate dall'assenza di buoni generali ed ufficiali eliminati dalle purghe degli anni
precedenti. Riguardo la novità di esportare la democrazia mentre in precedenza gli Usa appoggiavano regimi autoritari
(Pinochet in Cile, lo Scià in Iran, le dittature a Taiwan e Corea del Sud) dipende dal fatto che gli odierni regimi che si
vogliono sostituire non sono assolutamente alleati o amici degli Usa. Per esempio nessuno pensa di rovesciare Musharraf
benchè sia praticamente un dittatore. Vi sono regimi la cui caduta sarebbe peggiore della loro permanenza al potere.
Saddam non era uno di questi, invece lo è la manarchia assoluta saudita. Inoltre l'Occidente ha smesso di appoggiare e
preferirebbe rovesciare quei regimi autoritari che, anche se non ostili, non lottano contro il fondamentalismo ed il
terrorismo internazionale. La Siria non è una minaccia all'Occidente, anzi è un paese stabile e sotto controllo, ma appoggia
organizzazioni terroristiche che possono danneggiare gli interessi occidentali. Quindi la democrazia non si vuole estenderla
per sè, ma come risposta a regimi non più affidabili.

Alla prossima!

Vins Roboris

gri*** - 18 anni e 7 mesi fa
Registrati per commentare