Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Percentuale terzomondista

Domanda

Grazie della risposta, volevo adesso fare una considerazione abbastanza banale sulle perplessità dovute al deciso schieramento antiamericano Di Giovanno Paolo II, tale atteggiamento non potrebbe essere semplicemente spiegato dal fatto che un'atteggiamento di aperta neutralità avrebbe generato risentimento nella componente terzomondista delle gerarchie ecclesiastiche, (anche se il sottoscritto nutre una particolare inclinazione per le ipotesi paradossali, crede che quando una spiegazione semplice di un fenomeno risulti sufficientemente accettabile sia da preferirsi a quelle più complesse).

Risposta

Caro Vittorio,

ti rispondo in ritardo e me ne dispiace, ma sia la tua domanda che la mia risposta sono ancora valide. Perchè il papa è stato così fortemente per la pace? In primis chiariamo che il papa non è assolutamente anti-americano (così come non lo sono Chirac e Schroeder), ma essendo capi di stato si comportano secondo gli interessi propri e dei loro stati. Il papa è stato contro la guerra per intima convinzione personale, per timore di nefaste conseguenze per i cristiani iracheni e soprattutto per opporsi alla teoria della guerra preventiva che porterebbe solo disastri, a suo avviso, nel mondo. Benchè la chiesa sia un'istituzone mondiale, l'influenza delle gerarchie del Terzo Mondo non va sopravvalutata. Concordo con te che una soluzione più semplice è diretta va preferita ad una tortuosa ed indiretta. Per esempio Schroeder è stato così anti-conflitto sia per opportunismo elettorale che per convinzione personale, oltre ad aver visto in questa divisione interna all'Occidente una opportunità di creare un vero centro di potere europeo assieme alla Francia. E' staqto un tentativo, sostanzialmente fallito, ma che sicuramente non rimarrà isolato. Uno dei risultati di questo conflitto è sicuramente l'accresciuta importanza di paesi come Polonia, Spagna ed Australia che, benchè al seguito della superpotenza, hanno preso il posto dei tradizionali "brillanti secondi" francesi e tedeschi. Come è stato possibile? Principlamente perchè il potenziale militare americano è talmente superiore a quello degli alleati che il loro apporto (tranne che nel caso delgi inglesi) è talmente trascurabile che l'avere la Germania o la Polonia al fianco è indifferente. Inoltre la Polonia è un alleato più docile ed entusiasta perchè ha molto più della Germania o della Francia da guadagnare in campo internazionale. Si tratta di un paese in ascesa, le cui giovani imprese sono quasid el tutto assenti dal Medio Oriente ed il cui esercito, che si sta rimodernando a tappe forzate, è ora più adatto a missioni oltremare. Un'altra ragione dell'atteggiamento polacco è stata la convergenza russo-tedesca che viene sempre vista con sospetto a Varsavia per ovvi motivi storici...

A presto!

Vins Roboris

gri*** - 19 anni e 5 mesi fa
Registrati per commentare