Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Pienamente consenziente

Domanda

Un 110 e lode per la tua analisi sulla situazione irachena: un solo appunto, ritieni eccessivamente allarmistico affermare che, se l'attuale situazione continuasse a prolungarsi, non dico per anni, ma addirittura per mesi, il fondamentalismo islamico potrebbe trovare un numero consistente di proseliti addirittura tra i sottoproletari urbani delle metropoli statunitensi.

Risposta

Caro Vittorio,

approfitto della tua domanda per trattare anche la cattura di Saddam Hussein, un evento decisivo
nel conflitto iracheno. Tu che ne pensi a riguardo? Adesso sarebbe il momento giusto per Bush di
ricompattare la comunità internazionale, sconfiggere l'opposizione armata e lasciare il potere
ad un governo iracheno efffettivo. Non è impossibile, ma difficile, sopratttutto nei rapporti
col cosiddetto Asse dei Furbi (Francia, Germania e Russia). Penso che gli Usa non permetteranno
mai a questi paesi di uscire indenni dalla loro opposzione al conflitto. Così la ricostruzione
rimarrà affidata a loro ed ai loro alleati. Nle mio articolo apporfondisco l'argomento.
Riguarda la tua ipotesi, la considero altamente improbabile. I sotto-proletari americani non
incolpano il governo o il sistema per la loro condizione, ma soprattutto se stessi o la loro
realtà prossima. Inoltre è difficile pensare che cedano alle lusinghe di un terrorismo
internazionale rivolto principalmente contro gli stessi americani, indipendentemente dalla loro
razza e reddito. Alla prossima!

Vins Roboris

gri*** - 18 anni e 8 mesi fa
Registrati per commentare