Questo sito contribuisce alla audience di

Strasburgo: il quartiere dell'Orangérie, cuore dell'Europa

Strasburgo è una delle città Europee per eccellenza: visitiamo, in questo primo itinerario dedicato alla capitale dell'Alsazia, il quartiere delle Istituzioni Comunitarie.


Le elezioni Europee si sono concluse, e tra campagne elettorali e pettegolezzi vari, sono stati scelti i nuovi candidati che siederanno nelle poltrone del Parlamento Europeo di Strasburgo.

Una bella fortuna, dal mio punto di vista, perché Strasburgo è davvero una città bellissima (in quanto città attraversata da un fiume, non potevo non restarne affascinata)!

Capoluogo dell’Alsazia e del dipartimento del Basso Reno, a nord-est della Francia, è attraversata dall’Ill, un affluente del Reno. Per la sua particolare posizione geografica, ma anche grazie alla sua identità binazionale e biculturale (Francia e Germania trovano qui il loro connubio), Strasburgo è diventata una delle capitali dell’Unione Europea. E’ infatti sede di importanti istituzioni Europee: il Parlamento Europeo, il Consiglio Europeo e la Corte Europea dei Diritti Umani.

Queste Istituzioni Comunitarie sono ospitate nel quartiere dell’Orangérie, a nord-est della città. E’ una zona verde ed elegante: qui si trovano alcune delle ville più belle di Strasburgo, molte appartenenti ad ambasciate estere. Il quartiere è anche famoso per il suo vastissimo e antico parco, il Parco dell’Orangérie , risalente alla fine del XVII secolo. Il nome Orangérie deriva dal fatto che, dopo la Rivoluzione francese, nel parco furono piantati 138 alberi di aranci. Attualmente ospita anche un piccolo zoo e un ristorante di alta cucina.

E’ il posto ideale per passare un pomeriggio rilassante all’insegna delle passeggiate e degli avvistamenti di cicogne, che si annidano numerose sulle cime degli alberi del parco.

Foto: Wiki Commons

Le categorie della guida