Questo sito contribuisce alla audience di

Sono tossica di te

Sono tossica di te: il primo romanzo di Beatrice Masini nella collana Teens. L’amore crea dipendenza? Stordisce, avvelena, ammala, trasforma come una droga, come la droga?

dal 24 settembre potrete trovare il libreria Sono tossica di te, il romanzo con cui Beatrice Masini esordisce nella nostra collana Teens.

L’autrice è giornalista, editor, affermata scrittrice per bambini e ragazzi (vincitrice dei premi Pippi, Elsa Morante e Andersen) e traduttrice (tra i suoi lavori Harry Potter e il calice di fuoco e Harry Potter e il prigioniero di Azkaban). Le sue opere sono state tradotte in quindici Paesi.

Nel romanzo in uscita, la Masini prende spunto da un’iniziativa del comune di Milano: qualche tempo fa era stato diffuso un opuscolo informativo utile a descrivere alcuni indizi per aiutare i genitori a capire se i propri figli facessero uso di sostanze stupefacenti. La protagonista del romanzo Sono tossica di te, Carolina, presenta tutti quei sintomi, ma si scoprirà che è solo vittima di una storia d’amore sbagliata (e non della droga).

Carolina, sedici anni, preda di una storia d’amore che non è andata proprio secondo i suoi desideri, non aveva mai pensato a sé stessa come a una drogata. È la sua mamma a insinuare il sospetto, anzi, la certezza: ma sì, è proprio così. La sua mamma, preoccupata per lei a tal punto da mostrarle una sorta di inquietante decalogo di anomalie, un ritaglio di giornale in cui si elencano gli effetti della droga sui ragazzi. Cambio delle abitudini, sbalzi d’umore, isolamento, insofferenza, cambi di orari, scomparsa di oggetti da casa, disturbi del sonno… tutti sintomi che corrispondono ai comportamenti di Carolina negli ultimi mesi, appunto. Ma la droga non c’entra. C’entra un ragazzo, una specie di amore. Una storia, per farla breve. E Carolina si trova a ripercorrere, elenco alla mano, tutte le tappe che l’hanno trasformata nell’ombra di sé stessa. Succede, quando si ama molto, quando si ama sbagliato. E alla fine non c’è niente di male, se non il male che ci si infligge. In fondo la sua è solo una storia come tante. Inutile fare drammi. L’importante è guardarsi allo specchio, respirare a fondo e trovare la forza di andare avanti.

L’amore crea dipendenza? Stordisce, avvelena, ammala, trasforma come una droga, come la droga?

Beatrice Masini, Sono tossica di te, 128 pagine, 11.00 euro, collana: Teens

Fanucci Editore

Argomenti